Bottigliate, calci e pugni fra immigrati: due senegalesi al pronto soccorso

I feriti hanno dei tagli alle mani: hanno cercato di difendersi come meglio hanno potuto. Gli aggressori, al momento, sono riusciti a far perdere le loro tracce

(foto ARCHIVIO)

Perché siano venuti alle mani non è chiaro. I poliziotti della sezione Volanti e quelli della Squadra Mobile stanno cercando, attraverso l'attività investigativa, di mettere dei punti fermi nell'inchiesta. Due senegalesi di 38 anni sono però finiti al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento per gravi ferite alle mani. Sarebbero stati aggrediti da dei ghanesi che hanno prima mandato in frantumi un paio di bottiglie di vetro e poi si sono, appunto, scagliati contro i due senegalesi. Immigrati che hanno cercato di difendersi come meglio hanno potuto e che sono rimasti feriti.  

Scene da Far West quelle che si sono registrate in via Cannameli, nel centro storico di Agrigento. I due senegalesi hanno riportato dei tagli alle mani. Uno in maniera particolare ha delle ferite più profonde e saranno necessari, naturalmente, più punti di sutura. 

I poliziotti hanno già ascoltato alcuni immigrati. Gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza e di identificare e rintracciare gli autori dell'aggressione. I ghanesi, subito dopo aver ferito i senegalesi, si sono infatti immediatamente dileguati e, al momento, sarebbero riusciti a far perdere le loro tracce. Sul posto è intervenuta anche la polizia Scientifica.    


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Picchia la figlia e la moglie incinta spaccandole il naso", condannato 43enne

  • Cronaca

    Assunti da Moncada perchè raccomandati da Firetto? Il sindaco chiamato a testimoniare

  • Canicatti

    Va in escandescenze e rompe una bottiglia in testa ad un 25enne: il giovane è in ospedale

  • Cronaca

    Caso Mare Jonio, c'è il secondo indagato: Casarini finisce sotto inchiesta

I più letti della settimana

  • Vede palpeggiare la sorella dal balcone, scende e gli stacca l'orecchio a morsi: rinviati entrambi a giudizio

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • Rubano camion e trattore, braccati dalla polizia tentano la fuga per le campagne: ladro precipita in un dirupo e resta ferito

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • Scoppia l'incendio in una casa, tragedia sfiorata: in ospedale un 60enne

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento