Differenziata, niente più sacchi neri: i controlli violano la privacy

L'assessore Nello Hamel: "Con i sacchetti trasparenti si potrà facilmente verificare se vi siano o meno anomalie nella raccolta”

(foto ARCHIVIO)

Oggi verosimilmente arriverà la comunicazione ufficiale. Ieri, in Municipio, non si parlava d’altro. Dal primo gennaio, stop all’utilizzo dei sacchetti neri per la raccolta differenziata. “Questa scelta sarà fondamentale per verificare se la raccolta differenziata viene fatta bene o meno, se dunque all’interno del sacchetto vi sono delle anomalie. Questa decisione è stata presa – ha spiegato l'assessore comunale all'Ecologia Nello Hamel – perché aprire i sacchetti comporta la violazione della privacy. Quindi ci stiamo adeguando. Con i sacchetti trasparenti si potrà facilmente verificare se vi siano o meno anomalie nella raccolta”.

Variazioni di calendario in arrivo?

“Stiamo lavorando ad una variazione del calendario per fare in modo che vengano utilizzati meno auto compattatori. Da contratto dovrebbero esserne utilizzate un minimo di 6, ma ne vengono utilizzati, talvolta, anche 12. E’ giusto, sulla base del tonnellaggio di rifiuti, che ne vengano usati 6 e quindi stiamo pianificando come dividere la città per la raccolta dell’indifferenziato, magari in due parti. E abbinando – conclude l'assessore Nello Hamel – anche un altro rifiuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Incidente a San Leone: auto contro un muro, perde la vita un 32enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento