"Pericolosi per la sicurezza pubblica": raffica di avvisi orali e fogli di via

Ad applicare i 20 provvedimenti, di competenza del questore Rosa Maria Iraci, è stato l'ufficio Misure di prevenzione della divisione Anticrimine

Il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci

Dieci avvisi orali - notificati fra Palma di Montechiaro, Canicattì, Licata e Porto Empedocle - e altrettanti fogli di via obbligatori. La polizia di Agrigento, in particolare l’ufficio Misure di prevenzione della divisione Anticrimine, ha applicato i 20 provvedimenti di competenza del questore Rosa Maria Iraci a persone ritenute pericolose per la sicurezza pubblica:

AVVISI ORALI

Con gli avvisi orali il questore di Agrigento avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge. I provvedimenti sono stati notificati a: 

C.R., classe 1956, abitante a Canicattì, già noto per minaccia, rissa aggravata, furto, detenzione stupefacenti;

M.F., classe 1973, abitante a Licata, già noto per truffa, violazione di domicilio, danneggiamento, furto aggravato e minaccia;

B.G.N., classe 2000, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti;

B.D., classe 1990, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per detenzione abusiva di armi, detenzione di sostanze stupefacenti;

B.S.B., classe 2001, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti;

G.B., classe 1981, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per lesioni personali, minaccia;

M.N., classe 1993, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per stupefacenti, lesioni personali, rapina, porto di armi;

M.E., classe 1971, abitante a Porto Empedocle, già noto per rissa, furto aggravato;

I.G., classe 1956, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per violenza privata, rissa, porto illegale di arma da fuoco;

C.G., classe 1982, abitante a Palma di Montechiaro, già noto per traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, lesioni personali, minaccia.

Foglio di Via Obbligatorio

Con il foglio di via obbligatorio si impone l’ordine di rimpatrio nel Comune di residenza e il contestuale divieto di ritorno nel comune dal quale è stato allontanato, senza la preventiva autorizzazione.

Su segnalazione della stazione carabinieri di Cattolica Eracleaè stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: M.M., classe 1941, domiciliato a Calamonaci, resosi responsabile dei reati di ricettazione e gestione di rifiuti non autorizzata; 

Su segnalazione del commissariato di Licata è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: T.S.M., classe 1954, domiciliato a Soverato, resosi responsabile dei reati di oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale;

Su segnalazione del commissariato di Licata è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: D.N.A., classe 1988, domiciliato a Ragusa, resosi responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacente; 

Su segnalazione della stazione carabinieri di Cianciana è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: G.D., classe 1994, domiciliato a San Biagio Platani, resosi responsabile dei reati di furto aggravato, ricettazione; 

Su segnalazione della stazione carabinieri di Cianciana è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: S.A., classe 1970, domiciliatoa San Biagio Platani, resosi responsabile dei reati di furto aggravato, ricettazione; 

Su segnalazione della tenenza carabinieri di Ribera è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: B.A., classe 1987, domiciliato a Sciacca, resosi responsabile del reato di detenzione di sostanza stupefacente; 

Su segnalazione del commissariato di Palma di Montechiaro è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: M.A., classe 1980, domiciliato ad Agrigento, resosi responsabile del reato di truffa presso esercizi commerciali; 

Su segnalazione della stazione carabinieri di Lampedusa è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: S.S., classe 1989, domiciliato a Realmonte, e a S.F., classe 1965, domiciliato a Porto Empedocle, entrambi resosi responsabili del reato di associazione per delinquere.

Su segnalazione del commissariato di Sciacca è stato applicato il F.V.O. dal medesimo territorio  per il periodo di anni 3 a: S.G., classe 1970, domiciliato a Canicattì, resosi responsabile del reato di possesso di chiavi alterate e di grimaldelli. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento