"Precari in grande difficoltà", l'Usb scrive a Raffaele Cantone

Il segretario dell'Unione sindacale di base, Aldo Mucci, ha chiesto un'audizione al presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione

Raffaele Cantone

Aldo Mucci, segretario dell’Unione sindacale di base lavoro privato, ha scritto una lettera a Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, per segnalare la situazione in cui vivono i precari.

“Le voglio raccontare – scrive Mucci - 25 anni di “sfruttamento fisico”, di “degrado delle regole”, di “mortificazione economica” dei lavoratori chiamati impropriamente Lsu, lavoratori che sono stati ”scaricati” come gli antichi sacchi di carbone, da una nave ad un’altra, da un’azienda all’altra. Nel quotidiano, spesso contornato da momenti di bruciante disperazione, dovuta ad un elevato tasso di disoccupazione, essere lavoratore è importante, e se scappa qualche ”frustata”, come disse tal politico seduto nel salotto buono televisivo, potrebbe anche starci. Quello che non può assolutamente starci è sapere di essere “defraudato” ogni giorno”.

“L’Autorità, che ella presiede e rappresenta, ha lavorato ininterrottamente – conclude l’Usb -  per rispondere efficacemente al mandato assegnatole e, non da meno, alla fiducia riposta da cittadini ormai esausti di episodi di mala gestio che inevitabilmente si ripercuotono sul loro livello di benessere. La trasparenza costituisce il primo, fondamentale strumento di prevenzione ed è per questo che le chiediamo, di volerci convocare per una audizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento