Esami a Cardiologia e interventi a Ortopedia, troppo lunghi i tempi d'attesa: l'Asp corre ai ripari

Sono state autorizzate, per i medici, prestazioni orarie aggiuntive ambulatoriali e di diagnostica strumentale e tre sedute operatorie settimanali per garantire gli interventi programmati a Traumatologia

Una veduta dell'ospedale San Giovanni di Dio

Riduzione dei tempi d’attesa per le prestazioni ambulatoriali di diagnostica strumentale all’unità operativa di Cardiologia ma anche per effettuare i trattamenti radianti all’unità operativa di Radioterapia e autorizzazione a sedute operatorie aggiuntive al reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento.

Per l’Asp, il governo dei tempi massimi d’attesa delle prestazioni erogate rappresenta un obiettivo prioritario. Di conseguenza – hanno scritto dalla stessa Asp – la gestione e il controllo dei molteplici fattori che determinano il rispetto dei tempi d’attesa e la tempestività delle prestazioni costituisce un impegno permanente. L’Asp dunque, nei limiti delle risorse disponibili, si avvale della possibilità di svolgere prestazioni aggiuntive a quelle ordinariamente svolte, per incrementare o rideterminare i volumi, i tempi e le modalità di esecuzione, prevedendo un compenso aggiuntivo a favore degli operatori sanitari. Per allineare i tempi di erogazione delle prestazioni, all’unità operativa di Cardiologia e all’Utic sono state autorizzate prestazioni orarie aggiuntive ambulatoriali e di diagnostica strumentale per i medici. In maniera particolare si cercherà di ridurre i tempi d’attesa per la visita generale cardiologica, l’ecodoppler cardiaca, l’elettrocardiogramma (compreso quello dinamico), per il controllo e la programmazione pacemaker e per i test cardiovascolari. Fino al 29 giugno, per l’integrazione oltre l’ordinaria attività svolta, l’impegno complessivo di spesa è di 18.868 euro.

Per smaltire le liste d’attesa della branca di chirurgia di Ortopedia e Traumatologia del presidio ospedaliero San Giovanni di Dio, visto che “la costante carenza di medici anestesisti, di personale infermieristico e ausiliario di sala operatoria e il mancato completamento delle piante organiche di diverse branche chirurgiche – scrivono dall’Asp 1 di Agrigento – determina una carente dotazione di sedute operatorie e di conseguenza un incremento oltre misura delle liste di attesa per la chirurgia ortopedica”, anche in questo caso, per tamponare le “criticità”, s’è deciso di procedere con l’orario aggiuntivo. Fino alla fine dell’anno, in relazione alle classe di priorità assegnate ai pazienti, ad integrazione e oltre le ordinarie sedute operatorie svolte, verranno – secondo quanto deliberato dal commissario straordinario dell’Asp – aggiunte tre sedute operatorie settimanali per garantire gli interventi programmati che hanno tempi d’attesa superiori a quelli fissati per le classi di priorità.

Nello specifico, intervento entro 30 giorni per casi che possono aggravarsi rapidamente tanto da diventare emergenti o comunque recare grave pregiudizio alla prognosi; intervento entro 60 giorni per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono – a causa dell’attesa – essere di pregiudizio alla prognosi. Intervento entro 180 giorni per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzioni o disabilità e non manifestano tendenza ad aggravarsi. Ricovero, infine, entro 12 mesi per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità. Ogni seduta operatoria aggiuntiva avrà due chirurghi, un terzo nei casi limitati e giustificati da determinate procedure chirurgiche, un medico anestesista, un infermiere professionale strumentista, un infermiere professionale di supporto al medico anestesista, personale ausiliario. In questo caso l’impegno economico è stato di 96.870 euro. 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento