Illuminazione pubblica carente, Firetto: "Tanti interventi non si possono fare, mancano i soldi"

Il sindaco conferma che la drammatica situazione delle casse comunali rende difficile, se non impossibile, garantire il servizio

(foto ARCHIVIO)

Se nella vostra via hanno tolto un lampione perché vecchio e pericoloso, o semplicemente non lo hanno mai installato, c'è il rischio che non riusciate mai a vedere la luce. Letteralmente.

Zona senza illuminazione pubblica: compagnia d'hotel scrive al Comune

Durante il Question time dei giorni scorsi il sindaco Lillo Firetto, nel rispondere alla consigliera M5S Marcella Carlisi ha infatti ammesso che esiste una "difficoltà di andare a ristabilire i corpi illuminanti" derivante "da una condizione finanziaria che è quella che tutti quanti conosciamo”. Se il primo cittadino ha aperto all’ipotesi di effettuare un censimento delle zone non coperte dal servizio o dove i pali sono stati rimossi e non sostituiti, lo stesso sindaco ha precisato che è “assolutamente vero” che ci sia un tema di “limitatezza di presenza di corpi illuminanti che non sono stati rimpiazzati. Devo dire – ha aggiunto – che si è provveduto, in diverse parti della città a delle sostituzioni in maniera molto limitata e certamente non adeguata rispetto a quella all’esigenza che che il momento richiederebbe, questo è un fatto che tutti quanti scontiamo e che certamente conosciamo. C’è, semmai, un altro tema con quale dovremmo inevitabilmente fare i conti prima o dopo, ed è il tema di tante strade cittadine che ad oggi rimangono, pur avendo pagato a volte oneri di urbanizzazione, escluse da una illuminazione adeguata”.

L'allarme era stato già lanciato a dicembre: "Niente risorse per posizionare nuovi pali della luce"

Ad oggi sono almeno 5000 le persone che ad Agrigento vivono in vie prive di illuminazione pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento