Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

La polizia ha già sequestrato le cartelle cliniche della puerpera, una 33enne, e del piccino. La tragedia è avvenuta dopo 9 mesi di gestazione portata avanti senza alcun problema

(foto ARCHIVIO)

Neonato muore due giorni dopo il parto cesareo. I genitori denunciano e la Procura della Repubblica di Agrigento apre un’inchiesta. La polizia di Stato ha già sequestrato le cartelle cliniche della puerpera, una 33enne, e del piccino. La tragedia è avvenuta all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento dove il piccolo era stato trasferito - con l'elisoccorso del 118 - dal "Giovanni Paolo II" di Sciacca. La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria che, nelle prossime ore, deciderà se disporre, come sembra probabile, o meno l'autopsia. 

La Regione dispone ispezione nei due ospedali 

La 33enne era stata ricoverata lo scorso martedì al “Giovanni Paolo II”. Dopo 9 mesi di gestazione - portata avanti senza alcun problema - , la donna si è recata in ospedale perché le si sarebbero rotte le acque. I ginecologi hanno disposto un parto cesareo d’urgenza durante il quale è venuto al mondo il neonato. Sarebbe emerso un problema: il neonato avrebbe avuto la gamba sinistra tumefatta. E pare che per questo motivo sia stato disposto il trasferimento al "San Giovanni di Dio" dove è stato ricoverato all'Utin e dove, dopo un giorno e mezzo, il neonato è spirato.  

La polizia e Procura - che ha aperto un fascicolo a carico di ignoti - stanno cercando di ricostruire cosa sia accaduto. Al “San Giovanni di Dio” di contrada Consolida hanno operato i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Le cartelle sanitarie di puerpera e neonato verranno, adesso, attentamente valutate e, nelle prossime ore, il magistrato deciderà – assegnando l’incarico ad un medico legale di fiducia – per l’autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento