"Staccò a morsi un pezzo d'orecchio", condannato

I giudici della Corte d'appello di Palermo hanno confermato, per il trentatreenne, la condanna di primo grado: sei anni e tre mesi di reclusione

(foto archivio)

"Staccò a morsi un pezzo di orecchio". Ieri pomeriggio, i giudici della Corte d'appello di Palermo hanno confermato la condanna: sei anni e tre mesi di reclusione. Il trentatreenne, difeso dagli avvocati Monica Malogioglio e Riccardo Bellotta, è stato condannato anche a pagare unna provvisionale di 20 mila euro, vale a dire un anticipo del risarcimento del danno. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia.

Il trentatreenne è stato riconosciuto colpevole di lesioni personali gravissime. L' aggressione "senza alcun motivo e di violenza inaudita", per come aveva ricostruito anche il pubblico ministero Carlo Cinque durante la requisitoria del processo di primo grado, sarebbe avvenuta il 9 agosto del 2009 davanti a una panineria di San Leone dove c'era una festa di compleanno.

La vittima aveva raccontato in aula:"Mi ha staccato l'orecchio con un morso e poi me l' ha sputato davanti ed è andato via".

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

  • Incidente frontale tra due auto sulla strada statale 115: tre feriti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento