Mancano i medici, l'Asp prova a correre ai ripari con incarichi a tempo

I concorsi, tranne rare eccezioni, sono bloccati. E' da anni che l'azienda sanitaria provinciale tenta di colmare i vuoti in organico con la formazione di graduatorie per incarichi a tempo determinato o con le procedure di mobilità volontaria: iter che vengono però disertati

(foto ARCHIVIO)

Ci risiamo. L'Asp1 di Agrigento cerca - per incarichi a tempo determinato - i dirigenti medici di Radiodiagnostica, Pediatria e Ostetricia e Ginecologia. E' da due anni che l'azienda sanitaria provinciale prova a formulare una graduatoria per incarichi a tempo determinato. "Nonostante siano stati convocati tutti i candidati che hanno inoltrato domanda - scrivono proprio dall'Asp - continuano a persistere notevoli criticità. Per assicurare continuità assistenziale nei presidi ospedalieri dell'Asp di Agrigento" è stato, dunque, diramato un nuovo avviso pubblico.

Mancano i dirigenti medici, è il momento della svolta: c'è il concorso pubblico 

I medici interessati potranno candidarsi entro il 15 aprile. L'azienda sanitaria provinciale proverà a formulare due distinte graduatorie: la prima di candidati in possesso della specializzazione in Anestesia e Rianimazione; la seconda dei candidati in possesso dell'iscrizione all'ultimo anno di specializzazione in base alla durata legale del corso di studi. 

"Quota 100" infligge una mazzata anche all'Asp: raffica di pensionamenti fra medici e infermieri

L'Asp - sono diversi anni ormai che ci prova - tenta di colmare i vuoti in organico la formazione delle graduatorie per incarichi a tempo determinato o con le procedure di mobilità volontaria, intraregionale o in subordine interregionale. I "buchi" in organico però restano. E rimangono anche perché difficilmente i medici, per quanto magari vogliano riavvicinarsi alla propria terra di origine, accettano di trasferirsi per incarichi a tempo determinato. Lo scorso agosto, nell’ambito del piano di riordino della rete ospedaliera, l’assessorato regionale alla Salute ha disposto la sospensione delle procedure concorsuali per il reclutamento del personale. Procedure che comunque, per un motivo o per un altro, erano già bloccate. 

L'Asp recluta 46 nuovi medici specialisti 

Con concorsi bloccati, avvisi pubblici per la formazione di graduatorie per incarichi a tempo determinato disertati e procedure di mobilità volontaria fallite, i vuoti nella pianta organica dell'Asp - e dunque anche nei presidi ospedalieri della provincia di Agrigento - non soltanto restano. Ma verranno amplificati dalla cosiddetta "Quota 100": il pensionamento anticipato dei dipendenti pubblici. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento