Smottamenti, crolli, alberi e pali abbattuti: esordio nero per la primavera

L’area di contrada Fondacazzo, dove si è registrato il cedimento di terreno e pietre, è stata transennata in via precauzionale

(foto ARCHIVIO)

L’esordio della primavera non è stato certamente dei migliori. Pioggia, vento e temperature gelide non hanno fatto avvertire – nell’Agrigentino – che la stagione è cambiata. Non se ne sono accorti nemmeno i vigili del fuoco che, durante la notte fra giovedì e ieri, così come durante tutta la giornata di ieri, hanno fatto avanti e indietro da ogni angolo della città e della provincia per cercare di eliminare i rischi e per venire in aiuto a chi era in difficoltà. Quella di ieri era, del resto, una giornata – l’ennesima - da allerta “gialla”.  

Una delle più grosse emergenze – ma, per fortuna, nulla di trascendentale – si è registrata all’alba di ieri in contrada Fondacazzo. A ridosso della strada provinciale si è verificato uno smottamento di terreno e grosse pietre. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco prima e a ruota anche i tecnici del Comune. Nell’esatto momento del cedimento non si trovava a passare nessuna autovettura e dunque, per fortuna, nessuno è rimasto coinvolto. L’area, in via precauzionale, è stata transennata. Serviranno verosimilmente degli interventi per mettere in sicurezza il costone ed evitare che tornino a registrarsi dei crolli.

I vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento sono dovuti intervenire anche in centro storico dove c’è stato un crollo di calcinacci dal tetto di una vecchia palazzina di via Orfane. A Villaseta, nei pressi della chiesa di piazza Madonna della Catena, s’è scaraventato al suolo invece un grosso albero, mentre in contrada Cugno Vela – a causa delle forti raffiche di vento - è caduto un palo dell'illuminazione pubblica. Anche in questi casi soltanto per fortuna non si sono registrati gravi fatti perché sia l’albero che il palo della pubblica illuminazione sono caduti a poca distanza dagli edifici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento