"Morì a causa della strada dissestata", il Gup rinvia a giudizio tre dipendenti dell'Anas

L'inchiesta venne aperta dopo che, in via Passeggiata archeologica il primo ottobre del 2017, perse la vita il diciassettenne Giuseppe Barbato di Porto Empedocle

Il luogo dell'incidente e il ciclomotore

Tre dipendenti dell'Anas - indagati per omicidio colposo - sono stati rinviati a giudizio. Lo ha disposto il Gup del tribunale di Agrigento Luisa Turco. Si tratta dell'inchiesta aperta dopo l'incidente stradale, verificatosi in via Passeggiata archeologica il primo ottobre del 2017, in cui perse la vita il diciassettenne Giuseppe Barbato che perse il controllo del suo scooter. La prima udienza, davanti al giudice monocratico Antonio Genna, è in programma per il 16 luglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incidente alla Passeggiata archeologica, muore un diciassettenne  

Davanti al giudice compariranno l’ingegnere capo dell’Anas Maria Rita Giglione, il geometra responsabile di quel tratto di strada Emanuele Montana Lampo e l’operaio Anas Alfonso Giglia. Secondo l'accusa formulata dalla Procura, non avrebbero segnalato adeguatamente la presenza di un cantiere creato per rimuovere le radici degli alberi presenti in quel tratto di strada. Non sarebbe stato dunque segnalato - stando sempre all'accusa - il pericolo dovuto al fatto che la strada era disconnessa.  I tre imputati sono difesi dall’avvocato Nicola Grillo. La famiglia della giovane vittima si è costituita parte civile rappresentata dagli avvocati Antonino Augello e Francesco Vinci.  

IL VIDEO. Palloncini bianci, "L'immenso" e "Smile" per dire addio a Giuseppe Barbato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento