Diritti civili, Firetto propone di intitolare via a Rosa Louise Parks

Il sindaco: "Trovo che sia imbarazzante, dopo 60 anni, impegnarsi ancora per affermare i diritti fondamentali di uomini, donne, bambini. Basterebbe coltivare i buoni sentimenti, abituarsi alla gentilezza, anziché coltivare odio, rabbia, pensieri negativi"

Rosa Louise Parks

"Ho proposto di intitolare una via a Rosa Louise Parks, attivista statunitense, simbolo del movimento per i diritti civili, nota per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus a un bianco. Con quel gesto volle esprimere il suo desiderio di dignità umana e libertà, stanca di soprusi e violenze. Dignità e libertà. Rispetto dei diritti umani. Ce n'è bisogno? Evidentemente sì. Lo dimostrano gli ultimi fatti di cronaca nazionale e la decisione di assegnare la scorta alla senatrice a vita Liliana Segre, già superstite dell'Olocausto, per proteggerla dall'odio razziale". Lo ha reso noto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. 

"Trovo imbarazzante che, dopo più di 60 anni, sia ancora necessario e urgente doverne parlare - ha aggiunto il capo dell'amministrazione della città dei Templi - , che sia ancora indispensabile impegnarsi per affermare i diritti fondamentali di uomini, donne, bambini. Basterebbe coltivare i buoni sentimenti, abituarsi alla gentilezza, anziché coltivare odio, rabbia, pensieri negativi, come fa chi obbedisce alla pancia anziché alla testa e al cuore".

Un ordine del giorno finalizzato alla lotta al razzismo e alla xenofobia verrà, intanto, presentato al consiglio comunale dai gruppi consiliari di "Agrigento cambia" e Agrigento rinasce" con la piena adesione di tutta la giunta comunale. Nell'ampio ordine del giorno, il Consiglio impegna il sindaco e la sua Giunta a sostenere il percorso della commissione istituita dal Senato della Repubblica, su proposta della senatrice Liliana Segre, con adeguate iniziative d'informazione sui risultati del suo lavoro, a coltivare la memoria dell'antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi, a creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e la xenofobia e contro le discriminazioni di religione in collaborazione con le diverse comunità ed etniche, a sollecitare il parlamento affinchè si completi la legislazione in contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza, e ad aderire alla rete dei Comuni per la memoria, contro l'odio e il razzismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento