"Soldi entro 10 giorni": dopo le promesse i dipendenti Sal e Ata tornano al lavoro

I lavoratori: "Decisione presa per spirito di abnegazione e per il rispetto dei viaggiatori, ma se gli impegni assunti non verranno rispettati saremo pronti a nuove azioni di protesta”

“Entro i prossimi 10 giorni, i dipendenti delle due aziende di autobus Sal e Ata riceveranno le spettanze arretrate”. Questo, in sintesi, è l’impegno assunto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Marco Falcone che ha rassicurato i lavoratori in sciopero da 13 giorni per i mancati pagamenti di tre mensilità di stipendio più la quattordicesima. In mattinata, autisti e altro personale delle due aziende del gruppo Licata, hanno incontrato i titolari delle autolinee e da domani riprenderanno regolarmente le corse degli autobus nelle località servite dagli stessi, comprese quelle per gli aeroporti di Palermo e Comiso. 

Senza stipendio da mesi, i dipendenti Sal e Ata protestano e Agrigento resta isolata

“Lo abbiamo fatto – dicono gli stessi lavoratori – per spirito di abnegazione e nel rispetto dei viaggiatori, ma se gli impegni assunti non verranno rispettati, saremo pronti a nuove azioni di protesta”.

Sciopero ad oltranza dei bus, Castellino: "Noleggio? Abbiamo garantito il diritto allo studio di 400 ragazzi"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento