La Cisl: "L'Università di Palermo vuole 9 milioni di euro dal Cupa"

Secondo il sindacato "di fatto, in questo modo, sarebbe negato il diritto allo studio ai nostri ragazzi"

Maurizio Saia

“Hanno deciso di negare il diritto allo studio ai nostri ragazzi e il fatto più clamoroso è che è proprio l'Università di Palermo a spingere in tal senso. La notizia è che l'Unipa chiede al Consorzio Universitario di Agrigento 9 milioni di euro”.

A sostenerlo è Maurizio Saia, segretario generale della Cisl di Agrigento.

“In questi anni il Cupa per Palermo è stato come un bancomat, evidentemente non sono bastati – aggiunge Saia - i 50 milioni negli ultimi anni, si tanto ha fruttato all'Università il consorzio Agrigentino, tra iscrizioni, contributi regionali e ministeriali. Non serve essere malpensanti, basta aver seguito nel tempo le "evoluzioni" della politica in salsa agrigentina. Ed ecco il risultato, una guerra che danneggia i nostri ragazzi, le famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento