La Cisl: "L'Università di Palermo vuole 9 milioni di euro dal Cupa"

Secondo il sindacato "di fatto, in questo modo, sarebbe negato il diritto allo studio ai nostri ragazzi"

Maurizio Saia

“Hanno deciso di negare il diritto allo studio ai nostri ragazzi e il fatto più clamoroso è che è proprio l'Università di Palermo a spingere in tal senso. La notizia è che l'Unipa chiede al Consorzio Universitario di Agrigento 9 milioni di euro”.

A sostenerlo è Maurizio Saia, segretario generale della Cisl di Agrigento.

“In questi anni il Cupa per Palermo è stato come un bancomat, evidentemente non sono bastati – aggiunge Saia - i 50 milioni negli ultimi anni, si tanto ha fruttato all'Università il consorzio Agrigentino, tra iscrizioni, contributi regionali e ministeriali. Non serve essere malpensanti, basta aver seguito nel tempo le "evoluzioni" della politica in salsa agrigentina. Ed ecco il risultato, una guerra che danneggia i nostri ragazzi, le famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento