Il crollo di piazza Cavour, sopralluogo "aereo" per il perito della Procura e il Saf

Sono presenti anche i difensori e i consulenti dei trentuno indagati. Per prima cosa dovranno essere indicati gli “interventi da porre in essere per evitare ulteriori cedimenti”

Un momento del sopralluogo dall'alto

Sopralluogo dall'alto - utilizzando la scala aerea dei vigili del fuoco - per il perito nominato dalla Procura dopo il doppio crollo di cornicioni del palazzo, in stile Liberty, di piazza Cavour. L'ingegnere Luigi Palizzolo, stamani, ha iniziato la consulenza che dovrà poi portare alla messa in sicurezza dello stabile, consentendo non soltanto il rientro negli appartamenti di residenti e lavoratori degli studi professionali ma anche la riapertura al traffico del viale Della Vittoria. 

IL VIDEO. Il crollo di piazza Cavour, perito della Procura e Saf ispezionano dall'alto il palazzo

Piazza Cavour, sedici giorni dopo il crollo iniziano le operazioni

Assieme al perito della Procura è al lavoro anche una squadra del nucleo speciale del Saf dei vigili del fuoco. Presenti anche i difensori e i consulenti dei trentuno indagati. La Procura sta, naturalmente, coordinando tutte le operazioni. Il primo punto del quesito, assegnato dal pubblico ministero Antonella Pandolfi che sta coordinando l'inchiesta, è quello di indicare “interventi da porre in essere per evitare ulteriori crolli”. La richiesta è di procedere “in via di assoluta urgenza”. Poi si passerà alla seconda fase dalla quale si dovranno accertare eventuali responsabilità penali. Le operazioni che sono tutt'ora in corso sono veramente molto delicate. L'area era e resta sotto sequestro da parte della Procura della Repubblica di Agrigento che, per come ha chiarito lo stesso procuratore capo, ha iscritto 31 persone nel registro degli indagati quale "atto dovuto". 

L'inchiesta sul crollo di piazza Cavour si allarga: nuovi indagati, contestati anche abuso di ufficio e falso

"Il condominio di viale Della Vittoria, interessato dal crollo, ha già deliberato, all’unanimità dei proprietari, che le operazioni di messa in sicurezza avvengano immediatamente dopo il deposito del progetto di messa in sicurezza da parte del consulente del Pm, Luigi Palizzolo, che oggi ha iniziato gli accertamenti tecnici - ha reso noto l'amministratore condominiale Salvatore Graceffa - . Il condominio ha già conferito incarico all’avvocato Angelo Farruggia ai fini del dissequestro e all’ingegnere Salvatore Lombardo per la direzione dei lavori di messa in sicurezza da effettuarsi in conformità al progetto di cui è stato incaricato il consulente del pubblico ministero. Per cui, una volta depositato il progetto di messa in sicurezza, - ha aggiunto l'amministratore condominiale - il condominio si adopererà per la immediata messa in sicurezza, anche per eliminare il prima possibile i disagi per la cittadinanza e le attività commerciali".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento