Il crollo di piazza Cavour: al via i lavori sul palazzo, serviranno 45 giorni

Durante il tavolo tecnico in Prefettura, il sindaco ha chiesto l'apertura di un passaggio pedonale a Sud del viale Della Vittoria. Per i tecnici non sarà possibile prima di 25, 30 giorni

Hanno preso il via oggi i lavori per la messa in sicurezza del palazzo di piazza Cavour. Se ne sta occupando, ottemperando all'ordinanza sindacale, il condominio.

In contemporanea, su richiesta del sindaco di Agrigento: Lillo Firetto, è stato fatto un nuovo tavolo tecnico in Prefettura. Di fatto, alla presenza del procuratore capo Luigi Patronaggio, del comandante dei vigili del fuoco, del sindaco della città dei Templi e di tutti i funzionari interessati s'è stilato una sorta di cronoprogramma. Serviranno circa 45 giorni per arrivare alla totale messa in sicurezza dell'edificio in stile Liberty che ha avuto due crolli di cornicione e che ha determinato la chiusura del viale Della Vittoria.

Il crollo di piazza Cavour, i proprietari: "Pronti alla messa in sicurezza"

Il sindaco Lillo Firetto - rappresentando le esigenze dei cittadini, dei commercianti e di tutti i lavoratori - ha chiesto se, nelle more della totale messa in sicurezza del palazzo, fosse o meno possibile garantire un passaggio pedonale a Sud. Un passaggio che, di fatto, avrebbe facilitato la vita di tutti. 

IL VIDEO. Nuovo sopralluogo: perito e tecnici in azione per la messa in sicurezza

I tecnici - vigili del fuoco soprattutto - ritengono che la creazione di un passaggio pedonale a Sud non potrà essere fatta prima della messa in sicurezza della porzione dell'edificio che si affaccia sul viale Della Vittoria. Il che, secondo la stima dei tecnici, dovrebbe avvenire fra circa 25, 30 giorni dallo stabilito cronoprogramma.

Il perito del pm convoca tutti: "Via alla messa in sicurezza"

Quando i lavori di messa in sicurezza saranno ultimati, l'intera zona verrà sgomberata dalle macerie e riaperta. Resterà, invece, sotto sequestro giudiziario probatorio una piccola area su piazza Cavour. E sarà l'area dove verranno concentrati tutti i materiali che potranno tornare ad essere utilizzati ed analizzati dal tecnico della Procura e da tutti i consulenti nominati.    

IL VIDEO. Il perito della Procura e Saf ispezionano dall'alto il palazzo

"Invitiamo tutti coloro i quali si trovino a transitare nell'area interessata, all'osservanza rigorosa del divieto assoluto di accesso all'area recintata, ancora oggi sottoposta a sequestro giudiziario dell'autorità penale, oltre che per evidenti ragioni di sicurezza, anche per le connesse violazioni penali che deriverebbero da eventuali accessi - ha detto, a margine del vertice, il sindaco Lillo Firetto - . Ancora gli ultimi sacrifici per i cittadini e gli esercenti consapevoli che l'avvio odierno dei lavori è un importante passo in avanti per tutti che ci porta verso il graduale superamento dell'emergenza. A tale riguardo sento di voler ringraziare tutte le autorità che con scrupolo e competenza, con a capo il prefetto, stanno seguendo assieme a noi tutti gli sviluppi della vicenda. Ringrazio pure il procuratore capo della Repubblica per aver garantito, in questo delicato contesto, - ha concluso Firetto - l'importante e necessario dialogo per la miglior riuscita delle azioni di ciascuno".
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento