Viadotto Morandi, "sì" al progetto esecutivo per il consolidamento del primo tratto

Il Genio civile ha anche rilasciato l’autorizzazione “sismica” all’Anas che potrà così avviare immediatamente i lavori

Una veduta del viadotto Morandi

Il Genio civile ha approvato il progetto esecutivo per il consolidamento del primo tratto del viadotto Morandi, rilasciando l’autorizzazione “sismica” all’Anas che potrà così avviare immediatamente i lavori. Interventi che riguardano il tratto del ponte denominato “Akragas II”. Al momento, i lavori riguarderanno  il consolidamento dei piloni in cemento armato, mentre proseguirà contestualmente, a cura dell’Anas, il monitoraggio delle condizioni di stabilità degli impalcati in cemento armato precompresso che saranno oggetto di un successivo intervento.

“I lavori di consolidamento del ponte Morandi, unitamente alla già avviata ricostruzione del ponte di contrada Petrusa,  segneranno un passo importante lungo un percorso per consentire alla città di Agrigento di uscireda quell’isolamento infrastrutturale determinato non solo dai gravi ritardi - nell’esecuzione della statale 189 e dal mancato completamento della statale 640, per il collegamento della città dei Templi con Palermo e Caltanissetta - ma anche da una viabilità provinciale interna sempre più abbandonata al degrado e dalla demolizione del ponte di contrada Petrusa, a cui si è aggiunta nel tempo la parziale chiusura  al traffico del ponte Morandi  e della galleria Spinasanta, di collegamento con Raffadali” - ha dichiarato il capo del Genio civile: Rino La Mendola - . 

L’approvazione del progetto per il consolidamento del ponte Morandi si colloca lungo un percorso recentemente tracciato dall’ufficio del Genio civile con l’obiettivo di garantire nuovi impulsi al superamento delle criticità del territorio della provincia di Agrigento.  “Oltre a promuovere una semplificazione senza precedenti nell’ambito dell’edilizia privata, abbiamo recentemente stabilito - conclude La Mendola - un canale preferenziale per l’approvazione veloce di progetti importanti per il riscatto sociale ed economico del territorio agrigentino, come quelli  che, negli ultimi tre mesi, hanno già consentito la riapertura della cattedrale di San Gerlando, l’avvio dei lavori di ricostruzione del ponte di contrada Petrusa e, adesso, l’avvio dei lavori del primo stralcio del progetto per il consolidamento del viadotto Morandi, che costituisce un’importante arteria di collegamento della città di Agrigento, non solo con le frazioni urbane di Villaseta e Monserrato, ma anche con la città di Porto Empedocle e, più in generale, con la parte occidentale della provincia”.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

  • Come proteggere le nostre case dalle zanzare con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

  • Auto travolge un ciclista, 51enne muore dopo l'incidente sulla statale Licata-Ravanusa

  • Si sfonda il tetto e il muratore precipita, grave trauma cranico: la prognosi sulla vita è riservata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento