Sistema Montante, Cicero in aula: "Le mie denunce contro la mafia facevano comodo"

L'ex commissario dell'Asi di Agrigento è stato sentito a Caltanissetta durante il processo a carico dell'ex numero uno di Confindustria Sicilia

Alfonso Cicero

“A Montante conveniva la mia azione antimafia, ero io che facevo le denunce”. L’ex commissario dell’Asi di Agrigento, Alfonso Cicero, così ha parlato dinnanzi al Gup del tribunale di Caltanissetta durante la deposizione, in qualità di testimone, nel contesto del processo sul “Sistema Montante”. Lo riporta il Giornale di Sicilia in edicola oggi. 

Secondo la ricostruzione di Cicero, “Linda Vancheri (ex assessore alle Attività produttive del governo Crocetta ndr) era il braccio destro di Montante”. Da qui si è sviluppata una lunga serie di domande e risposte in primis sul rapporto tra Cicero e Montante, ma anche sul perché lo stesso Cicero, che risulta essere semplicemente un geometra, abbia ricevuto numerose e importanti cariche regionali. 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento