Cambia la discarica, sbotta Firetto: "Aumenterà la Tari, nessun beneficio dalla differenziata"

Il sindaco e l'assessore all'Ecologia, Nello Hamel: "Aggravio di costi per circa 80 euro a tonnellata. Per i quantitativi conferiti dal Comune, si tradurrà in una maggiore spesa di circa 700 mila euro su base annua"

Il secco residuo dovrà essere conferito alla discarica di Trapani. Lo ha disposto la Regione. Ma questa novità, per Agrigento, si tradurrà in un aumento dei costi. “Rispetto alla precedente destinazione, a causa della maggiore tariffa applicata dalla società gestore dell’impianto, si determinerà immediatamente un aggravio dei costi pari a circa 80 euro per tonnellata – hanno scritto il sindaco della città dei Templi, Lillo Firetto, e l’assessore all’Ecologia Nello Hamel al presidente della Regione, all’assessore regionale all’Ambiente e al direttore del dipartimento Rifiuti - . 80 euro per tonnellata che, per i quantitativi conferiti dal Comune, si tradurrà in una maggiore spesa di circa 700 mila euro su base annua. Questa situazione, frutto di una deregulation, realizza una sperequazione tra i Comuni assolutamente inaccettabile e razionalmente ingiustificabile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli amministratori agrigentini hanno chiesto, “per necessità di trasparenza”, di conoscere “i meccanismi di assegnazione ai Comuni delle discariche in cui conferire, per giustificar a futura memoria – scrivono – gli inevitabili aumenti della Tari e per poter spiegare agli utenti virtuosi che, nonostante il loro impegno nella differenziazione dei rifiuti, non avranno alcun beneficio”. Sindaco e assessore chiedono dunque di “approfondire le ragioni di questa incresciosa e discriminatoria articolazione dei costi di conferimento. Chiediamo – aggiungono – interventi, anche straordinari, da attuare per calmierare i prezzi di conferimento ed omogeneizzare i costi che ciascun Comune deve sostenere per la fruizione del servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

  • Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento