Messa in sicurezza del viale Falcone-Borsellino, task-force per il progetto

Per la manutenzione straordinaria della sede stradale ci sono 170 mila euro messi a disposizione del Comune dal ministero dello Sviluppo economico

Una veduta del viale Falcone-Borsellino

Il viale Falcone-Borsellino di San Leone - off-limts a moto e biciclette, da metà marzo del 2018, a causa di buche e avvallamenti – dovrebbe presto rivivere una nuova “vita”. Per realizzare l’intervento di messa in sicurezza del viale Falcone-Borsellino, mediante la manutenzione straordinaria delle sede stradale con la collocazione di conglomerato bituminoso fotocatalinico, è stata nominata una task-force. Tecnici che dovranno redigere il progetto che verrà concretamente realizzato con i fondi – 170 mila euro per il Comune di Agrigento – messi a disposizione dal ministero dello Sviluppo economico con il decreto legge “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”. Il ministero ha previsto, infatti, l’assegnazione di contributi ai Comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, nelle scorse settimane ha chiesto, al ministero dello Sviluppo Economico, chiarimenti in merito all'ammissibilità dell'intervento sul viale Falcone-Borsellino. Nell’attesa dei chiarimenti richiesti, occorre però provvedere alla redazione di un progetto di messa in sicurezza del patrimonio viario, entro i limiti finanziari di 170.000 euro. Quale responsabile unico del procedimento del progetto esecutivo per la messa in sicurezza del viale Falcone-Borsellino è stato nominato Gaspare Triassi, funzionario  tecnico dell’amministrazione.

Per la redazione del progetto e per le attività di programmazione della spesa, verifica del piano di lavoro, predisposizione e controllo delle procedure di bando e di esecuzione del contratto, di direzione dei lavori, di collaudo tecnico amministrativo sono stati designati i dipendenti del sesto settore di palazzo dei Giganti. Progettista sarà Gaspare Triassi, tecnico preposto alla verifica: Calogero Tulumetto, direttore dei lavori: Vincenzo Gallerto che redigerà il certificato di regolare esecuzione in sostituzione del certificato di collaudo tecnico-amministrativo. Della predisposizione e controllo delle procedure di bando ed esecuzione del contratto si occuperà, invece, Francesca Ciulla. Collaboratore tecnico: Giuseppe Alongi, collaboratore amministrativo: Francesca Ciulla. Delle attività di programmazione si occuperanno, infine, Calogero Tulumello, Giuseppe Romano e Giuseppe Alongi. A dare il via libera al gruppo, che dovrà occuparsi del progetto, è stato il facente funzione di dirigente del sesto settore – Infrastrutture e Patrimonio – Giovanni Mantione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento