Auto sospetta si aggira per Fontanelle, scatta l'allarme: ricerche vane

Un cittadino temendo che gli occupanti della Fiat stessero monitorando per mettere a segno dei furti in abitazione ha chiamato il 113

Quella Fiat Punto azzurrina lo ha insospettito. Si aggirava, con insistenza, fra le vie di Fontanelle. A bordo due persone. Un agrigentino – temendo che stessero ipotizzando o monitorando per mettere a segno dei furti in abitazione – ha segnalato quella presenza sospetta alla sala operativa della polizia di Stato. Gli agenti della sezione Volanti della Questura, in una manciata di minuti ieri mattina, sono giunti nel rione di Agrigento. L’autovettura sospetta però si è, nel frattempo, allontanata.

I poliziotti hanno, naturalmente, setacciato l’intero quartiere periferico, ma sembra evidente che chi era a bordo di quell’auto, rendendosi conto dell’arrivo immediato della polizia, ha preferito far perdere le proprie tracce. Non c’è nessuna certezza sul fatto che quelle due persone, a bordo della Fiat Punto azzurrina, volessero mettere a segno dei furti.

C’è un dettaglio – e non è di poco conto – però: il sistema dei mille occhi puntati sulla città funziona. Le forze dell’ordine, la polizia in questo caso, intervengono immediatamente non appena vengono segnalati strani movimenti o presenze sospette. E questo è determinante per prevenire e reprimere uno dei reati che più infastidisce e che può toccare chiunque: quello dei furti in abitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento