"Vendeva ricotta e formaggio senza licenza": maxi sequestro e multe

I dieci chili di prodotti caseari non sono risultati essere tracciabili, l'Asp ne ha disposto l'immediata distruzione perché non ritenuti idonei per il consumo

Vendeva abusivamente ricotta e formaggio primo sale. Non aveva, appunto, nessuna autorizzazione per farlo, né i prodotti sono risultati essere tracciabili. Ad elevare sanzioni, per circa un migliaio di euro, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Agenti che hanno anche sequestrato 10 chili di prodotto: tra ricotta e formaggi che verranno distrutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La scoperta, da parte dei poliziotti delle Volanti, è stata fatta ieri mattina al Quadrivio Spinasanta. Ad incappare in uno dei controlli della polizia di Stato è stata l’automobile condotta da un sessantatreenne di Favara. Non è, naturalmente, passata inosservata ai poliziotti la presenza di ricotta e formaggi primo sale. E’ scattato dunque l’accertamento mirato. Il venditore è risultato essere sprovvisto di licenza, dunque avrebbe commerciato in maniera abusiva, e i prodotti sono risultati essere privi dei necessari documenti che ne attestano la tracciabilità. E’ stato richiesto, al Quadrivio Spinasanta, anche l’intervento del personale dell’azienda sanitaria provinciale. I medici, dopo le verifiche di rito, hanno accertato che ricotta e formaggi vari non erano idonei al consumo. E’ dunque scattato il sequestro per complessivi 10 chili di prodotti alimentari che sono stati, poi, sempre nel corso della mattinata di ieri, consegnati ad una ditta per lo smaltimento e distruzione. Al venditore ambulante abusivo, il sessantatreenne di Favara, sono state elevate sanzioni per circa un migliaio di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento