Allerta "arancione", il sindaco apre il centro operativo di Protezione civile

Firetto raccomanda di "non spostarsi durante i fenomeni temporaleschi dai luoghi e dalle zone ritenute più sicure e di limitare comunque i viaggi a quelli strettamente necessari"

San Leone allagato (foto ARCHIVIO)

Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, dopo aver disposto per domani la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado e l'apertura della sala "Coc": centro operativo comunale della Protezione civile, chiede agli abitanti di "non spostarsi durante i fenomeni temporaleschi dai luoghi e dalle zone ritenute più sicure o comunque limitare gli spostamenti, in particolare con veicoli privati, a quelli strettamente necessari ed evitare di percorrere strade potenzialmente soggette a frane. Mettere in salvo tutti i beni collocati in locali allagabili e porre al sicuro la propria automobile evitando la sosta nelle zone più a rischio".

Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": domani scuole chiuse

Nell'ordinanza del sindaco Firetto viene raccomandato di "non sostare su passarelle o ponti o nei pressi degli argini dei torrenti, né in aree prossime a precedenti movimenti franosi. Non attraversare a piedi o con automezzi gli alvei dei corsi d'acqua, non occupare la carreggiata di strade che devono essere lasciate libere per il passaggio di eventuali soccorritori. Staccare il gas e l'elettricità nel caso di abbandono dell'abitazione per rischio allagamento. Non occupare locali al piano strada o sottostanti il piano strada, predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare beni mobili collocati in locali allagabili". Indispensabile poi "allontanarsi dalla località in caso ci si accorga dell'apertura di fratture nel terreno o nel caso si avvertano rimbombi o rumori insoliti nel territorio circostante (specialmente dopo eventi piovosi particolarmente intensi e prolungati) - prosegue l'ordinanza sindacale - . Non sostare al di sotto di una pendice rocciosa non adeguatamente protetta (sempre) o argillosa (durante e dopo un evento piovoso). Allontanarsi dalle spiaggie e dalle coste e dai moli durante le mareggiate".

Firetto ricorda a tutti gli agrigentini di "prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità attraverso radio, tv, social network e tutte le altre fonti di informazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento