"Aggressione a sacerdote che voleva sedare rissa", in sette a processo

Don Mario Sorce, parroco del Quadrivio, era intervenuto per riportare la calma: uno degli imputati chiede la messa alla prova

Don Mario Sorce

Sacerdote interviene per sedare gli animi e viene a sua volta picchiato: un gruppo di giovani aveva preso di mira un bar e lo stava devastando, distruggendo vetrate, sedie e altri oggetti mentre picchiavano a calci e pugni il fratello del titolare e una donna che si trovava all'interno. Don Mario Sorce, parroco del Quadrivio Spinasanta, ha sentito le grida dal suo ufficio ed è sceso per calmare gli animi venendo, invece, a sua volta picchiato. Quattro anni dopo l’assalto per sette giovani si avvicina il momento del processo.

Si tratta di Giuseppe Contrino, 34 anni; Nizan Bhiri, 33 anni; Salvatore Capraro, 30 anni; Silvestre Giovanni Russo, 29 anni; Stefano Davide Burgio, 35 anni; Angelo Caparezza, 24 anni; e Gabriele Minio, 30 anni; tutti di Agrigento. La mancata notifica a Russo ha costretto il giudice a rinviare l’udienza al 15 luglio. Intanto l’avvocato Ninni Giardina ha anticipato che Contrino chiederà la cosiddetta “messa alla prova”: in sostanza, se il giudice Andrea Terranova darà il via libera, si sottoporrà a un programma di recupero svolgendo dei lavori non retribuiti di pubblica utilità e, in caso di superamento, il reato sarà considerato estinto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli imputati vengono contestati i reati di danneggiamento e lesioni aggravate. I difensori (nel collegio anche gli avvocati Daniele Re, Fabio Inglima Modica, Giovanni Gallo Afflitto, Salvatore Bruccoleri, Francesco Tedesco e Giovanni Trupia), prima dell’eventuale apertura del dibattimento, potranno chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. L’episodio al centro della vicenda è avvenuto il 19 febbraio del 2014. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento