Aggredito poliziotto penitenziario al carcere Petrusa, la protesta della Cisl: "Situazione intollerabile"

Agente vittima di violenze, la protesta del segretario della federazione Mimmo Ballotta

Un agente della polizia penitenziaria è stato aggredito al carcere Petrusa nei giorni scorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo denuncia il segretario della federazione Cisl, Mimmo Ballotta che spiega: "La situazione in Sicilia – spiega Ballotta – è estremamente difficile e complessa. Dei sessantamila detenuti nelle carceri di tutta Italia, ne sono reclusi nei penitenziari dell’Isola circa 6600, 250 in più del massimo tollerabile. Per di più, a differenza che in altre realtà, il 65% dei carcerati in Sicilia sono condannati definitivi e un numero molto importante sono reclusi ad elevato indice di pericolosità sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento