Accoltellato un 25enne: un arresto e una denuncia per tentato omicidio

Il giovane è stato raggiunto, da più fendenti, ad un fianco e ad un braccio. I carabinieri, immediatamente intervenuti in via Saponara, hanno identificato i presunti responsabili dell'aggressione

Un venticinquenne nigeriano è stato accoltellato in via Saponara, nel centro storico di Agrigento. Un connazionale di tre anni più grande è stato arrestato per tentato omicidio. Il complice - il fratello - è stato, invece, denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Agrigento. 

Non è chiaro cosa abbia innescato la baruffa fra i tre extracomunitari. E' certo però che, all'improvviso, l'alterco è precipitato e i due fratelli avrebbero accerchiato e accoltellato il venticinquenne. E' accaduto tutto nel tardo pomeriggio di ieri. A chiedere l'intervento dei carabinieri, alla sala operativa, è stata la telefonata di una persona residente nella zona. Il giovane ferito - trovato in una pozza di sangue - è stato soccorso da un'autoambulanza del 118 ed è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". Pare che i fendenti lo abbiano raggiunto ad un braccio e ad un fianco. I medici dell'ospedale di contrada Consolida, dopo averlo sottoposto a tutti i necessari controlli sanitari, gli hanno applicato - per suturargli le ferite - decine e decine di punti. 

Poco dopo i carabinieri del reparto operativo, che sono intervenuti in via Saponara, hanno ritrovato il coltello utilizzato per ferire la vittima e hanno identificato i due nigeriani - ritenuti presunti aggressori - da tempo residenti ad Agrigento. Uno - il ventottenne - è stato rintracciato nella sua abitazione ed è stato arrestato - e portato in carcere - per l'ipotesi di reato di tentato omicidio. Si era già spogliato dei vestiti indossati poco prima, indumenti che sono stati subito ritrovati durante una perquisizione domiciliare e che erano ancora sporchi di sangue. Secondo i carabinieri, che hanno sviluppato un'indagine fulminea, sarebbe stato lui la persona che ha inferto più coltellate alla vittima. L'altro immigrato, il fratello del presunto aggressore: un ventenne, si è invece costituito in caserma ed è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura con l'accusa di concorso in tentato omicidio. 

Il venticinquenne ferito non è in pericolo di vita. I medici del "San Giovanni di Dio" hanno già sciolto la prognosi. Appare scontato che, nelle prossime ore, la vittima tornerà ad essere ascoltata per cercare di fare chiarezza sui motivi della lite trasformatasi in accoltellamento.  


 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento