Aggressione a giovane migrante, Mgs-Liberi e Uguali: "Atto gravissimo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“ Si tratta di un atto gravissimo, frutto non solo della stupidità e della vigliaccheria del branco, che colpisce l’indifeso e l’immigrato, ma è anche figlia di una certa propaganda politica razzista e xenofoba che il ministro Salvini alimenta quotidianamente distogliendo l’attenzione sui veri problemi del Paese". Lo ha affermato il coordinatore provinciale di Mgs – Liberi e Uguali di Agrigento, Francesco Miccichè, dopo l'aggressione subita dal diciottenne originario del Gambia, Dembo Tambado, ospite di una  comunità . 

"Quel che ci rattrista - ha proseguito Miccichè - è quel senso d’impunità nei confronti di chi si macchia di questi  gravi crimini e il consenso che sui social, nei bar o per le strade tra la gente, raccolgono, come se il fenomeno dell’immigrazione fosse la vera è unica causa della crisi economica dell’Italia. Come Mgs e  Articolo Uno Mdp esprimiamo il nostro sostegno e la nostra solidarietà alla vittima di questa violenza. Condanniamo questo e tutti gli altri  episodi d’intolleranza e di aggressioni, fisiche e verbali, nei confronti di chi viene nel nostro paese in cerca di un futuro migliore. Continueremo a batterci per costruire un paese che sia solidale e accogliente".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento