Accerchiato e picchiato da una banda, 30enne finisce in ospedale

I nordafricani pare che attendessero l’altro ragazzo: la vittima dell’aggressione

Hanno accerchiato e picchiato un giovane del Mali. Un lavoratore che è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” dove i medici gli hanno diagnosticato ferite e traumi guaribili in circa 15 giorni. A comporre la banda di aggressori: tre o quattro nordafricani. Giovani che pare attendessero l’altro ragazzo: la vittima dell’aggressione. E’ accaduto tutto, nella tarda serata di lunedì, a Porta di Ponte: ossia all’ingresso della via Atenea. Le caratteristiche dell’accaduto sono quelle di una sorta di spedizione punitiva. Sul posto – dopo che è stata acquisita la segnalazione al 113 – si sono precipitate le pattuglie della sezione “Volanti” della Questura. E spetterà proprio alle forze dell’ordine fare chiarezza sull’accaduto.  

I tre o quattro delinquenti che hanno accerchiato e picchiato selvaggiamente il giovane del Mali, all’arrivo della polizia, si erano già dileguati. E’ scontato, a questo punto, che i poliziotti potranno procedere soltanto a querela di parte: ossia se e quando il giovane extracomunitario ferito formalizzerà una denuncia.

I motivi dell’aggressione non sono chiari. Non è stato appurato se fra i migranti vi fosse stato o meno un alterco in precedenza. Non è nemmeno sicuro che il giovane del Mali sia stato atteso appositamente a Porta di Ponte, zona che il trentenne frequenta abitualmente perché lavora proprio in uno dei locali della via Atenea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A soccorrere il trentenne è stato proprio il suo datore di lavoro, un agrigentino, che lo ha immediatamente accompagnato al pronto soccorso di contrada Consolida. I medici hanno sottoposto il ragazzo a tutti i necessari accertamenti e gli hanno diagnosticato ferite e traumi guaribili in circa 15 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Covid-19, il "mostro" è ancora in agguato: quattro positivi all'ospedale San Giacomo

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento