Accerchiato e picchiato da una banda, 30enne finisce in ospedale

I nordafricani pare che attendessero l’altro ragazzo: la vittima dell’aggressione

Hanno accerchiato e picchiato un giovane del Mali. Un lavoratore che è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” dove i medici gli hanno diagnosticato ferite e traumi guaribili in circa 15 giorni. A comporre la banda di aggressori: tre o quattro nordafricani. Giovani che pare attendessero l’altro ragazzo: la vittima dell’aggressione. E’ accaduto tutto, nella tarda serata di lunedì, a Porta di Ponte: ossia all’ingresso della via Atenea. Le caratteristiche dell’accaduto sono quelle di una sorta di spedizione punitiva. Sul posto – dopo che è stata acquisita la segnalazione al 113 – si sono precipitate le pattuglie della sezione “Volanti” della Questura. E spetterà proprio alle forze dell’ordine fare chiarezza sull’accaduto.  

I tre o quattro delinquenti che hanno accerchiato e picchiato selvaggiamente il giovane del Mali, all’arrivo della polizia, si erano già dileguati. E’ scontato, a questo punto, che i poliziotti potranno procedere soltanto a querela di parte: ossia se e quando il giovane extracomunitario ferito formalizzerà una denuncia.

I motivi dell’aggressione non sono chiari. Non è stato appurato se fra i migranti vi fosse stato o meno un alterco in precedenza. Non è nemmeno sicuro che il giovane del Mali sia stato atteso appositamente a Porta di Ponte, zona che il trentenne frequenta abitualmente perché lavora proprio in uno dei locali della via Atenea.

A soccorrere il trentenne è stato proprio il suo datore di lavoro, un agrigentino, che lo ha immediatamente accompagnato al pronto soccorso di contrada Consolida. I medici hanno sottoposto il ragazzo a tutti i necessari accertamenti e gli hanno diagnosticato ferite e traumi guaribili in circa 15 giorni.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento