Servizio idrico, l'Ati: "Date a Girgenti acque gli impianti dell'area industriale"

L'Assemblea territoriale idrica ricorre contro la Regione contestando il tentativo da parte di quest'ultima di assegnarle depuratori e reti di adduzione presenti nella zona Asi

Hanno chiesto la risoluzione e, da tempo, avversano il gestore. Eppure, oggi, spingano perché le "grane" siano tutte in carico al privato. Stiamo parlando della gestione del servizio idrico e dell'Ati di Agrigento, la quale, nei giorni scorsi, ha dato il via libera ad un'azione legale contro la Regione Siciliana, rea, d aver disposto, a fine novembre, il trasferimento all’Assemblea territoriale idrica di impianti acquedottistici, fognari e depuratori presenti nelle aree industriali di Aragona e Ravanusa affinché questo lo consegni a sua volta al gestore del servizio idrico integrato. Ovviamente il passaggio da un ente all’altro, dice il decreto, non “deve gravare sugli utenti del servizio idrico”.

Il commissario Venuti: "Non sarà facile trovare un gestore idrico alternativo"

Un atto che era stato preceduto da un tavolo tecnico svoltosi a fine ottobre, quando l’Ati, nel precisare che le spese di funzionamento e manutenzione degli impianti ex Irsap sarebbe dovuta rimanere in carico alle aziende dentro l’area di sviluppo industriale, aveva ribadito che il passaggio si sarebbe dovuto consumare in maniera diretta tra Asi e Girgenti Acque. Possibilità esclusa dalla Regione, che ha invece ritenuto “non praticabile” la proposta nonostante, ha precisato l’Ati, lo stesso Ministero dell’Ambiente ha ritenuto fattibile la possibilità de passaggio diretto ai gestori. Così adesso i sindaci stanno ricorrendo al Tribunale amministrativo regionale peché annulli tutto e consenta il transito diretto al privato delgi impianti, che del resto l'erede dell'Ato idrico non avrebbe idea di come gestire, non avendo risorse umane e tecniche necessarie allo scopo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento