E' Sos centro storico, "Girgenti" sembra terra di nessuno: degrado ovunque

Case a rischio crollo, cantieri iniziati e mai finiti, erbacce e rifiuti in ogni dove

Uno scorcio del degrado in centro storico

Erbacce, sporcizia, strade divelte e, quasi ovunque si posi lo sguardo, edifici pericolanti o comunque in stato di profondissimo degrado. 

E' questa la "faccia", purtroppo, di una porzione significativa del centro storico di Agrigento che, soprattutto nelle sue aree più interne, si presenta in condizioni di abbandono pressocché totali, al netto di denominazioni specifiche (siamo infatti dentro il perimetro cittadino individuato con il toponimo "Girgenti") e di progetti di riqualificazione ad ampio raggio che ad oggi non sono finanziati e che comunque non avrebbero riguardato le aree meno "note" del cuore antico della città.

Per "ammirare" le condizioni in cui questa porzione di Agrigento versa, tuttavia, basta una semplice passeggiata, a volte a poche centinaia di metri dallo stesso palazzo municipale come se nessuno vedesse, o volesse vedere, ciò che accade. Certo è che una larghissima parte del nostro centro storico è di proprietà di privati cittadini che, non sempre, hanno manifestato particolare interesse per il recupero di quanto gli appartiene. Questo in prefetta linea con quanto in realtà sta facendo il Comune per quanto di sua proprietà e competenza: al Municipio infatti fanno capo decine e decine di ruderi nell'area del Rabato.

Si tratta delle abitazioni degli ex sfollati dopo la frana di Agrigento che sono inserite da lungo tempo nell'elenco dei beni da alienare ma che, ovviamente, nessuno vuole. A questo si aggiungono le aree del progetto "Terravecchia" oggi incompleto e oggetto di interventi che non si sa quando saranno completati. A parte l'area di cantiere in sè, per consentire i lavori furono smantellate delle scalinate che conducono alla parte alta del centro storico. E nessuno, ad ora, le ha mai ricostruite.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Tony
    Tony

    Scendete la scalinata di via atenea nella sottostante Via S.Francesco e vedrete la più grande discarica di Girgenti, cumuli di sacchetti formano una collinetta di munnizza, il cui fetore si propaga per tutto il centro storico. Segnalatela con un cartello marrone e portateci i turisti. 

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lacrime bianche in strada, nuovo corteo degli allevatori: cento agrigentini al corteo

  • Cronaca

    “Ponteggio non a norma”, denunciato imprenditore: beccato anche un lavoratore in nero

  • Cronaca

    "Porci e viddrani", contro gli incivili della spazzatura anche manifesti di insulti

  • Cronaca

    Lascia il borsello sul camion e scarica gas, rubati più di mille euro

I più letti della settimana

  • La rivolta dei pastori sardi fa eco nell'Agrigentino, Emanuel: "Ho 23 anni, qual è il nostro futuro?"

  • Maxi rissa fuori da un locale della movida di San Leone, accoltellato un buttafuori

  • "Occupano una casa e il proprietario li minaccia con la pistola": 6 denunciati

  • "L'ho visto a terra maciullato", racconto schock di un collega dell'operaio morto in cantiere

  • Traffico di droga, scoperta una associazione a delinquere: 15 arresti

  • Il Volo conquista il podio di Sanremo 2019, Naro è con Barone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento