L’inchiesta sulla Mare Jonio, la Procura convalida il sequestro

L’ufficio diretto da Luigi Patronaggio ipotizza, a carico del comandante e dell’armatore, il favoreggiamento dell’immi clandestina e due violazioni del codice della navigazione

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pubblico ministero Alessandra Russo hanno convalidato il sequestro probatorio della nave Mare Jonio, della Ong Mediterranea, sbarcata venerdì a Lampedusa dopo avere salvato 30 migranti in acque libiche.

Caso "Mare Jonio" bis, iscritto nel registro degli indagati il comandante

L'ufficio diretto da Luigi Patronaggio ha ratificato il provvedimento adottato su iniziativa della Guardia di finanza, ritenendolo necessario - sottolineano fonti della procura - per eseguire alcuni accertamenti sull'imbarcazione.

"Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina", sequestrata la "Mare Jonio"

Gli inquirenti contestano al comandante e all'armatore della Mare Jonio il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e due violazioni del codice della navigazione. Si tratterebbe, comunque, allo stato, di un atto dovuto necessario per proseguire le indagini e accertare i fatti.

La Procura convalida il sequestro della nave, Salvini: "E' un precedente storico"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento