I trucchi per eliminare l'odore di cucinato da casa

Puzza di cavolo, di pesce, di broccoli, di aglio: ecco qualche rimedio per eliminare questi odori da casa

Cucinare è bello, ma non sempre lo è l’odore residuo di ciò che si è cucinato. Se avete fatto una pizza o un dolce è un conto, ma il problema è quando si cucinano materie prima dall’odore forte e caratteristico: odore di cavolo, di pesce, di broccoli, di aglio e questi sono solo alcuni dei più fastidiosi.

Più che odore la si potrebbe definire puzza vera e propria, non è piacevole né per chi ci abita né per gli ospiti che vengono a trovarvi né per gli altri inquilini del palazzo. Ecco dunque alcuni rimedi anche naturali per togliere da casa l’odore di cucinato; si tratta di tecniche per qualcuno banali ma che davvero sono utili se si ha un naso affilato e si vuole evitare che la propria cucina puzzi come i fogli assorbenti dopo essersi impregnati di fritto.

Ecco alcuni semplici rimedi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • mentre cucinate fate bollire dell’acqua con dell’aceto bianco: l’aceto assorbe gli odori e pulisce l’ambiente;
  • mentre cucinate riscaldate dell’acqua con del limone spremuto: esattamente come per l'aceto, il limone uccide i cattivi odori e purifica l’ambiente;
  • mentre cucinate riscaldate in un pentolino acqua con una fetta di pane: la mollica del pane assorbe gli odori, specie quelli delle verdure come cavoli, broccoli, ecc.
  • sgrassate i fornelli con il bicarbonato: bagnate una spugna con acqua calda e versateci sopra del bicarbonato quindi passatela sui fornelli che, oltre a brillare, saranno completamente privati del grasso.
  • passate del limone tagliato a metà sui fornelli, nel forno e sul lavandino: il limone attira lo sporco e riduce gli odori, oltre a sgrassare e purificare;
  • ogni mese versate nel lavandino un apposito prodotto per la pulizia delle condutture: spesso i cattivi odori arrivano dall’interno e quindi usare qualcosa ch aiuta nella gestione delle puzze;
  • ogni mese cambiate il filtro della vostra cappa.

A tutte queste piccolezze e accortezze se ne aggiungo un paio che se vi sembrano banali, sappiate che non per tutti lo sono : aprite le finestre quando si cucina e accendete la ventola della cappa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I trucchi per avere il bagno sempre in ordine

  • Come avere un orto in giardino

  • Arredi ed interventi per affittare casa facilmente

  • Decorare casa con l'arte del decoupage: ritaglia, incolla e vernicia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento