Cupping Therapy: cos'è e come funziona

Un metodo per stimolare la circolazione sanguigna e drenare i liquidi, con effetti benefici anche a livello muscolare

La Cupping Therapy è un metodo per stimolare la circolazione sanguigna e drenare i liquidi, che avrebbe effetti benefici anche a livello muscolare. Vi sarà capitato anche di vedere le sue coppette utilizzare anche per trattare la tanto odiata cellulite, per eseguire un massaggio che aiuti a ridurla e a rassodare. Ma di cosa si tratta esattamente? E, soprattutto, funziona?

Cupping Therapy: cos’è

La coppettazione – o Cupping Therapy – è una pratica usata nella medicina cinese antica per trattare il dolore, la rigidità muscolare e persino problemi respiratori.

Tramite l’aspirazione, dunque aspirando l’aria presente nelle coppette di vetro e applicate sulla pelle a freddo,  o il calore (in genere con un fiammifero acceso rapidamente nella coppetta e applicato sul corpo) si crea un effetto risucchio. Il vuoto che si origina “tira” pelle e vasi sanguigni verso le coppette stesse ed è così che si creano i segni tanto evidenti. In poche parole, si pensa che il cupping attiri il sangue nelle aree dove viene applicato e migliori così la circolazione, sciogliendo muscoli e articolazioni.

Il massaggio con le coppette viene usato anche per combattere la cellulite e, con le dovute cautele, persino sul viso come trattamento anti età. Questo perché capace di smuovere i ristagni e stimolare la micro circolazione anche in profondità nei tessuti.

C’è anche chi sostiene che la Cupping Therapy abbia un effetto antinfiammatorio e spesso negli Stati Uniti viene usata in associazione all’agopuntura o al massaggio. L’applicazione può essere fissa o mobile, in quest’ultimo caso si fa scorrere la coppetta su una porzione più o meno estesa della pelle.

L’applicazione di solito ha una durata che va dai 5 ai 20 minuti e il terapista applica le coppette sulle cosiddette zone riflesse del corpo. Cosa significa? Nel nostro corpo, le aree della schiena o del viso ospitano specifici punti che si collegano energicamente a determinati organi interni su cui si agisce.

La Cupping Therapy non ha grosse controindicazioni, a parte la fragilità capillare, ma può avere qualche complicazione, come le lesioni e le infezioni cutanee (specialmente nella forma detta “wet cupping” che prevede l’incisione della cute).

Cupping Therapy e cellulite

Chi ha utilizzato questa terapia con costanza sembra avvalorare la teoria secondo la quale la coppetta può essere un valido aiuto contro la cellulite: si parla infatti di pelle più tonica e compatta, gambe e addome più snello e risultati visibili sin dalle prime sedute.

Al termine del massaggio è importante bere almeno due bicchieri d’acqua per favorire lo smaltimento delle tossine che la coppetta ha liberato dai tessuti. È inoltre fondamentale effettuare il trattamento in maniera costante per ottenere i risultati sperati. Un massaggio effettuato una volta sola non avrà grandi effetti sul fisico.

Quello che è certo che il solo utilizzo della coppetta, senza un’alimentazione sana ed equilibrata e un corretto esercizio fisico non potrà fare miracoli.

Facial Cupping

Il Facial Cupping è un trattamento che utilizza la stessa metodologia della coppettazione corpo, ma è più delicata. Si effettua con coppette più piccole e di silicone posizionate sul viso e premute leggermente per liftare i tessuti. Gli effetti di questo massaggio sono un miglioramento generale della circolazione sanguigna e un ringiovanimento dei tessuti, che ricevono più ossigeno. La produzione di collagene è stimolata e la pelle del viso risulta più compatta e luminosa.

Il Facial Cupping ha anche un’azione tonificante delle aree che tendono a rilassarsi, come il collo, oltre a ridurre imperfezioni e attenuare l’aspetto delle rughe. Se eseguito correttamente, inoltre, il trattamento ha effetti decongestionanti e detossinanti anche per l’area solitamente colpita da occhiaie e borse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

  • La statua di Camilleri diventa un "giallo": polemiche su donatori e progetto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento