Malattie di stagione e allergie: quando usare l'aerosol

Questo strumento è uno degli alleati più validi quando allergie e malattie da raffreddamento ci mettono fuori combattimento

Che si tratti di un raffreddore, di una sinusite o di una riacutizzazione di allergieasma o bronchite usare l’aerosol come modalità di somministrazione dei farmaci ha molti vantaggi.

Per esempio, non tutti sanno che quando si parla di aerosolterapia non ci riferisce solo al trattamento con i nebulizzatori, ma anche agli spray pre-dosati e agli inalatori a polvere secca. Ancora, i nebulizzatori sono preziosi alleati sia nei bambini (visto che basta respirare normalmente per assumere la terapia) sia negli adulti.

La nebulizzazione può essere una valida metodologia per curare i sintomi del raffreddoreevitando eventuali complicanze quali sinusite (la più frequente), otiti e laringotracheobronchiti (soprattutto nei bambini) o patologie delle basse vie aree (più frequenti negli anziani). Tra i vantaggi: la possibilità di combinare più terapie per una cura personalizzata; il trattamento raggiunge velocemente la zona da curare quindi basta una dose minore; si può usare per le malattie croniche a diversi stadi di gravità.

I benefici dell’aerosol

L’aerosol rappresenta senz’ombra di dubbio una soluzione ideale. Il calore del vapore, infatti, insieme all’effetto umidificante delle microparticelle di acqua, permette di alleviare la sensazione di secchezza a carico della gola tipicamente associata alla tosse intensa e di fluidificare l’eventuale muco troppo concentrato e ostico da espellere, facilitandone l’eliminazione. È un aspetto da non sottovalutare soprattutto nei bambini più piccoli (0-2 anni), nei quali l’impiego di farmaci mucolitici di qualunque tipo è assolutamente controindicato.

Questa azione favorevole può essere, poi, ulteriormente potenziata aggiungendo nel serbatoio del dispositivo per l’aerosol soluzioni caratterizzate da un’azione lenitiva e riequilibrante più specifica, come quelle isotoniche all’acqua di mare, acquistabili in farmacia. Grazie ai sali minerali che contengono, in composizione simile a quelle dell’acqua marina, amplificano l’effetto preventivo e terapeutico del vapore, senza creare alcun problema al bambino, neppure in caso di somministrazioni ripetute nell’arco della giornata o protratte per periodi prolungati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento