E' in arrivo la bella stagione: i migliori percorsi per fare jogging ad Agrigento

Scarpette, cuffie e tanta buona volontà: ecco i tre ingredienti utili per fare lunghe passeggiate o una bella corsa nei luoghi più belli della nostra città

Dopo il freddo e la pioggia di questo inverno, pare finalmente che la primavera stia arrivando ed è tempo di pensare a rimettersi in forma, magari con lunghe passeggiate veloci (wolking, così si chiama e sta prendendo sempre più piede anche in città), o con del sano jogging una o due volte a settimana.

Agrigento è il luogo ideale con il suo clima e le sue belle giornate, ma soprattutto con la sua aria salubre data dallo iodio del mare ed i suoi panorami mozzafiato per dedicarsi all’attività fisica a cielo aperto; che sia un hobby o uno sport a livello agonistico vero e proprio, non c’è nulla di meglio della corsa per rimettersi in moto e perché no, buttar giù qualche kg messo sul giro vita durante il lungo inverno e quindi per preparasi alla tanto temuta prova costume.

Sebbene la nostra città non offra veri e propri impianti sportivi adatti per la corsa, di certo non mancano percorsi naturali da scoprire con panorami incantevoli da gustarsi durante il tragitto.

Dunque, basta dotarsi della giusta tenuta sportiva e di un buon paio di scarpe da corsa, magari leggere ed adatte alla jogging sull’asfalto, un cardiofrequenzimetro e perché no di un contapassi, utilissimo per chi preferisce la camminata veloce alla corsa.

Abbiamo pensato di suggerirvi alcuni percorsi da battere e esplorare:

La Valle dei Templi, con la sua Via Sacra, oltre 5 km di sentiero battuto da percorre a passo spedito o con corsetta per godere contestualmente di uno scenario unico al mondo; la bellezza dei Templi, magari al tramonto o molto presto al mattino (la Valle apre già alle 8.30 e chiude alle 20.00) così da evitare le ore più calde della giornata ed il flusso di turisti in giro per le meraviglie greche. Se ci si abbona annualmente alla Valle (l’abbonamento annuale costa € 30,00 a persona) si possono trascorrere ore molto piacevoli coniugando attività fisica e cultura.

San Leone e il Viale delle Dune, è il percorso ideale per chi ama correre vicino al mare e respirarne la brezza la mattina, o perché no direttamente sulla battigia per un allenamento da veri professionisti al tramonto dopo le 18.00, quando cala anche il vento e la spiaggia diventa il luogo perfetto per gli esercizi di corsa e di ripartenza.

Per gli amanti della terra battuta c’è l’asfalto del lungomare Falcone Borsellino, che costeggia il porticciolo turistico ed è frequentato da ciclisti, pattinatori e coppiette a passeggio.

Ai più allenati ed estimatori dei percorsi impervi, suggeriamo il boschetto di Contrada Maddalusa, all’ombra degli alberi e vicino al mare, dove un sentiero battuto consente ai corridori di allenarsi lontano dalle auto e dalla confusione; è il luogo ideale per le preparazioni atletiche di inizio stagione di varie discipline sportive e magari, a fine corsa si può anche optare per un tuffo a mare.

Da fare al mattino molto presto, quando circolano ancora pochi mezzi per strada, si può optare per una corsa in centro città, partendo dal Viale della Vittoria passando per la Villa Bonfiglio, risalendo dalla via Atenea, per poi riscendere dalla via Empedocle e via delle Torri, fino ad arrivare nuovamente al punto di partenza transitando da piazza Marconi; un percorso di circa 5 km che le gambe più allenate riescono a fare in meno di 50 minuti. Un allenamento questo per i più volenterosi, da fare alle prime ore dell’alba o magari la domenica mattina.

Basta dunque allacciarsi le scarpe, metterci tanta buona volontà e un paio di cuffie con della buona musica di sottofondo ed il gioco è fatto, pronti, partenza, via!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento