Nuovo cda del consorzio Tre Sorgenti, il sindaco Castellino: "Sono fiducioso"

Il primo cittadino: "Noi sul fatto che utilizzino le nostre reti non ne abbiamo mai fatto una polemica perché consapevoli che servono per centinaia di migliaia di famiglie"

Si è insediato questa mattina il nuovo consiglio di amministrazione del consorio Tre Sorgenti che risulta composto dal presidente Vincenzo Corbo (espressione del comune di Canicattì), vicepresidente Calogero Malluzzo (espressione del comune di Palma di Montechiaro), consigliere Eugenio Sciabbarrasi (espressione del comune di Ravanusa), quest'ultimo, unico assente perché impegnato in trasferta.

Subito dopo il giuramento, ha preso la parola il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, che ha voluto, intanto, ringraziare il precedente Cda che ha avuto il merito di avere tenuto in vita il consorzio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il mio comune - continua Castellino - è l'unico che, in questo momento, ha messo benzina per far camminare il Consorzio. Sono fiducioso nell'operato del nuovo Cda e asupico che questo Consorzio non deve morire, possiamo cambiarlo, modificarlo, ma dobbiamo difenderlo in ogni sede. L'inconto con l'Ati è di fondamentale importanza visto che lo stesso va verso la costituzione di una società consortile, ritengo che il Consorzio debba, ugualmente, mantenere la propria autonomia. Il 22 ottobre scorso, inoltre, al comune di Palma, ma anche negli altri comuni interessati, è arrivata una missiva da parte dei commissari prefettizi di Girgenti acque con la quale si intima la consegna delle reti idriche. Noi crediamo, con il massimo del rispetto del loro operato, che non sono in grado di imtimare la cessione delle reti. Ricordo, inoltre, che Girgenti acque utilizza le nostre reti per portare l'acqua alle comunità vicine, ma questo aspetto va chiarito al più presto anche alla luce di questa decisione assunta dai commissari. Noi sul fatto che utilizzino le nostre reti non ne abbiamo mai fatto una polemica perché consapevoli che servono per centinaia di migliaia di famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento