Impianto Ecoface, in visita degli studenti di Porto Empedocle

La piattaforma di riciclo di Ravanusa, è stata concepita per aprirsi all’esperienza del pubblico, attraverso un’area didattica multimediale

Questa mattina, gli alunni delle scuole medie empedocline Luigi Rizzo e Ugolino e Vadino Vivaldi, insieme ai loro insegnanti e all’assessore alla Pubblica Istruzione Stefania La Porta, sono stati ospiti dell’Impianto Ecoface di Ravanusa, piattaforma del riciclo, accolti da Gero La Rocca, Amministratore dell’impianto.

Insieme hanno parlato di raccolta differenziata e di riciclo, visitando il centro di raccolta e compostaggio del territorio, che si occupa della selezione e pressatura del materiale secco che include carta, cartone, plastica, alluminio, legno, tessuti, materiali ferrosi, provenienti dalla raccolta differenziata anche del territorio di Porto Empedocle. 

La piattaforma di riciclo di Ravanusa, è stata concepita per aprirsi all’esperienza del pubblico, attraverso un’area didattica multimediale circondata da vetrate, da cui è possibile apprezzare il processo di trasformazione dei materiali, proiettando nel frattempo, video che descrivono i processi di smaltimento dei rifiuti tramite raccolta differenziata ed il riuso e la creazione di nuovi oggetti a partire da materiali riciclati.

L’Amministrazione comunale di Porto Empedocle, guidata dal sindaco Ida Carmina, in questi due anni con l’ assessore alla Pubblica istruzione Stefania La Porta ha già avviato numerose iniziative con le scuole del Paese sempre in un clima collaborativo, con la richiesta di specifiche azioni volte a valorizzare l’importanza della raccolta differenziata già a partire dai bambini, quali convegni informativi presso tutti gli Istituti scolastici, concorsi di presepi e sfilate di carnevale aventi come tema quello del riciclo, pulizia di qualche tratto di spiaggia, in collaborazione con bimbi ed associazioni culturali presenti sul territorio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento