Don Filippo Barbera è il nuovo arciprete di Ravanusa, accolto da un clima di festa

L'arcivescovo Francesco Montenegro: "In quello che farai metti al primo posto, i bambini, i giovani, le famiglie, quelli che soffrono i malati e gli anziani"

Don Filippo Barbera

In un clima di festa, con una concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo della Diocesi di Agrigento: il cardinale Francesco Montenegro, si è insediato alla chiesa Madre di Ravanusa il nuovo arciprete: don Filippo Barbera. Il sacerdote, originario di Sciacca, ha svolto di recente il suo servizio pastorale nella parrocchia Madre di Santa Margherita Belice.

Al momento del suo arrivo erano presenti le autorità civili e militari, la comunità parrocchiale San Giacomo e Madonna di Fatima, la comunità ecclesiale cittadina di Ravanusa e di Santa Margherita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Don Filippo guiderà le parrocchie San Giacomo e Madonna di Fatima che sono un’unità pastorale. La comunità parrocchiale “gli assicura disponibilità e collaborazione, sicuri che con l’impegno e la sua preparazione saprà coltivare al meglio - scrivono -la vigna del Signore in modo da portare frutto per camminare insieme nella crescita della fede per rendere viva la testimonianza della carità”. Don Filippo riceve il mandato da parte dell’arcivescovo Montenegro che durante l’omelia gli indica la strada da percorrere in questo nuovo servizio: “In quello che farai metti al primo posto, i bambini, i giovani, le famiglie, quelli che soffrono i malati e gli anziani. Mi dirai ma tutti al primo posto devo mettere? In una famiglia tutti stanno al primo posto, se io doessi dire a voi quale figlio sta a primo posto voi cosa mi rispondete? Tutti!!! E chi c’è al centro del vostro cuore ognuno di loro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento