"Ha occupato una casa popolare", Comune firma lo sgombero

All'empedoclino sono stati concessi 15 giorni per lasciare l’alloggio e portar via cose e persone

Agenti della polizia municipale (foto ARCHIVIO)

Ancora un’ordinanza di sgombero. A firmarla – dopo che nel marzo del 2018 era stato notificato un atto di diffida a lasciare la casa popolare occupata abusivamente – è stato il dirigente del settore Patrimonio del Comune. “Nel periodo di tempo concesso per liberare l’alloggio non è pervenuta alcuna deduzione in merito da parte dell’interessata” – hanno scritto dal palazzo di città - . Ecco perché, dunque, sono stati concessi – nell’ordinanza di sgombero, 15 giorni per lasciare l’alloggio e portar via cose e persone. Trascorso infruttuosamente questo termine, entrerà in azione il comando di polizia municipale che, assieme ai funzionari comunali, darà corso alla concreta attuazione allo sgombero coattivo.

Negli scorsi giorni, a Porto Empedocle, una giovane di 24 anni – mamma di due bambini di 6 anni e un mese – è stata arrestata perché dopo aver forzato la serratura della porta d’ingresso di un appartamento dell’Istituto autonomo case popolari aveva occupato la residenza e si era opposta a lasciarla libera quando sono arrivati i poliziotti e i vigili urbani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Anziano si fa masturbare in strada: nuovo caso di atti osceni in luogo pubblico

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento