Il parco dell'Addolorata diventa un caso, Di Rosa: "Mi fido della macchina giudiziaria"

Procura e Arpa hanno potuto constatare lo stato di abbandono della zona

Il caso delle palme colpite del punteruolo è ancora al centro del dibattito. Il leader del movimento “Mani Libere", torna a parlare. Giuseppe Di Rosa, secondo quanto fatto sapere tramite nota stampa, ha assistito ad un sopralluogo congiunto della Procura e dell’Arpa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho sempre scritto che mi fido della macchina giudiziaria e così continuo a dire, il sopralluogo con delega del sostituto procuratore incaricato è un tassello importante e decisivo sulla mia battaglia per la tutela dell'ambiente, attenderemo adesso i risvolti e le decisioni del magistrato con fiducia". Queste le parole di Giuseppe Di Rosa, dopo la relazione della discarica del Parco dell’Addolorata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento