Palma stringe rapporti con l'estero: gemellaggi con Georgia e Lettonia

Nell'iniziativa che lega la città del Gattopardo con Gulbene e Tblisi è stato coinvolto anche l'istituto Tomasi

Una giornata storica per la città di Palma di Montechiaro che a Gulbene, in Lettonia, ha sottoscritto due gemellaggi, il primo con la città lettone, il secondo con la città di Tblisi in Georgia. Lo stesso gemellaggio ha interessato anche la scuola Tomasi di Palma di Montechiaro, rappresentata dalla dirigente scolastica, Laura Sanfilippo, con un istituto ginnasiale di Gulbene.

A rappresentare il comune di Palma di Montechiaro, il presidente del consiglio Domenico Scicolone e il suo vice, Saro Falco.
Scicolone e Falco hanno spiegato che Palma di Montechiaro è famosa per il romanzo “Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa oltre che per l’agricoltura, con l’uva da mosto e il melone. Nell’accordo di gemellaggio sono previste le relazioni amichevoli tra gli abitanti dei tre comuni, lo scambio di esperienze per lo sviluppo delle competenze e l’attuazione dei progetti tra le amministrazioni; lo scambio di buone pratiche, la facilitazione di link e legami culturali, educativi, scolastici e commerciali, la cooperazione nel settore della promozione e divulgazione del turismo e dei beni culturali. 

Il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, ha voluto mandare un messaggio all’amministrazione comunale di Gulbene: “Le nostre due città, legate indissolubilmente dalla famiglia Tomasi e dal Gattopardo, con questo accordo, potranno crescere di molto grazie ai continui scambi culturali ed economici. Gulbene e Palma di Montechiaro, innestati nel tessuto della nostra Europa, si apprestano a percorrere insieme un importante cammino, forti della loro storia e proiettati in un futuro sempre più roseo. Naturalmente, collaboreremo attivamente anche con il comune di Tblisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento