Trasferito il parroco di Montevago, mobilitazione dei parrocchiani

Realizzata una lettera aperta per chiedere all'Arcidiocesi di Agrigento di tornare sui propri passi

La comunità di Montevago scende in campo per chiedere all'Arcidiocesi di rinunciare al trasferimento di don Emanuele Casola.

La notizia è riportata sull'edizione odierna del quotidiano La Sicilia. Il parroco è in servizio dal 2012 ed è molto amato dalla comunità, che ha diffuso una lettera aperta in cui i cittadini esprimono "lo sconforto dell'intero paese" per la decisione assunta dal cardinale prima del periodo di attività pastorale, che dovrebbe essere di nove anni. L'arcivescovo Montenegro, nel rivolgersi ai parroci, li aveva invitati ad "accogliere con spirito di fede le decisioni assunte e condivise".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento