Il liceo "Leonardo" saluta la dirigente scolastica e cinque docenti

Oltre a Vincenza Ierna, hanno lasciato Carmelina Magro, docente di matematica e fisica; Carolina Coniglio, insegnante di francese; Stefano Bartolomeo, professore di educazione fisica; Maria Concetta Palermo, docente di scienze naturali e Angelo Puccio, insegnante di italiano e latino

Da sx Bartolomeo, Palermo, Coniglio, Magro, Ierna, Puccio

“51 anni di servizio, senza ricongiunzioni”. Emozionata e al contempo soddisfatta per quanto fatto nella sua lunga carriera di docente prima, e di dirigente scolastico dopo, Vincenza Ierna, un’autentica istituzione della scuola agrigentina, va in pensione. Al liceo “Leonardo” di Agrigento, nel corso di una sobria cerimonia, ha salutato i docenti e i collaboratori con i quali ha trascorso gli ultimi anni di servizio. Prima di lasciare la sua attività, la preside ha voluto lanciare un messaggio ai giovani alle prese con gli esami di maturità: “Dico loro di continuare ad impegnarsi sempre e inseguire i loro sogni, con la volontà e la determinazione si possono raggiungere tutti gli obiettivi”.  Chiuso il capitolo scolastico, Vincenza Ierna continuerà a lavorare e a diffondere cultura attraverso l’associazione “Dante Alighieri” che la stessa presiede. 

Oltre a Vincenza Ierna, il “Leonardo” ha salutato altri cinque docenti. Si tratta di Carmelina Magro, docente di matematica e fisica, Carolina Coniglio, docente di lingua francese, Stefano Bartolomeo, professore di educazione fisica, Maria Concetta Palermo, docente di scienze naturali e Angelo Puccio, docente di italiano e latino.

Quest’ultimo ha concluso la sua esperienza lavorativa dopo quarantaquattro anni di servizio, trenta dei quali passati proprio nel liceo agrigentino: “Credo di essere entrato nel guinness dei primati – ha detto il professore Puccioscherzando ma senza nascondere una punta di orgoglio -, in tutta la mia carriera non ho mai scritto una nota disciplinare nei confronti dei miei alunni. E’ anche una soddisfazione, penso di aver lavorato unendo l’aspetto didattico a quello educativo che si attiva con la comprensione nei confronti dei ragazzi”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento