"Ambasciata della credibilità", onorificenza consegnata al giovane Guadagnino

Il 12enne ha già ricevuto numerosi premi e attestati in tema di legalità

Il giovane Alfonso Guadagnino

Un dodicenne canicattinese, Alfonso Guadagnino, ha ricevuto l'onorificenza dell' "Ambasciata della credibilità”. La consegna è avvenuta lo scorso  28 ottobre 2019 presso il palazzo di Montecitorio a Roma da parte del presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, Nicolò Mannino nel contesto del'iniziativa di inaugurazione dell'anno delle attività dell'associazione antimafia.

Alla manifestazione hanno preso parte gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Verga” di Canicattì: Bongiovanni Martina, Candiano Sofia, Caramazza Alessandra, Carlino Vincenzo, Carusotto Lavinia, Cigna Enya, Cupani Pietro Matteo, Genova Arianna, Guadagnino Alfonso,
Lalicata Clara, Lalicata Giorgia, La Verde Diego, Li Calzi Laura, Lo Giudice Riccardo Calogero, Maniscalco Sofia, accompagnati dalla referente alla legalità della scuola, Prof.ssa Sonia Milioti, responsabile di diversi progetti sulla legalità, e dalle professoresse Vice presidi Maria Modesta
Musso e Danila Cigna.

Alfonso, aveva già ricevuto un attestato di riconoscimento il 21 marzo per l’impegno culturale dimostrato a seguito di un progetto attivato dalla referente alla legalità Sonia Miliotie dagli insegnanti Aldo Cammalleri, Laura Cioffi, Elga Salamanca, Franca Vassallo, della scuola da lui frequentata, l’Istituto Comprensivo “Giovanni Verga” di Canicattì diretta da Maria Ausilia Corsello. Il 7 Settembre a Monreale ha ricevuto un altro attestato come “Dolce volto della Legalità” per essere voce di verità e bellezza nella culturale contemporanea.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento