Differenziata, le grandi utenze continuano a non riciclare i rifiuti

L'amministrazione comunale è pronta, a partire dal nuovo anno, ad un inasprimento delle misure di controllo e sanzione contro chi non rispetta le regole

Raccolta differenziata, il 2019 - secondo annunci - sarà l'anno della "guerra" contro le grandi utenze non domestiche. Se infatti i cittadini sono stati colpiti duramente con centinaia di multe frutto di ore di appostamenti, controlli, verifiche in borghese, sacchetti ispezionati alla ricerca di scontrini o tracce anagrafiche, e hanno in larga parte iniziato a rispettare calendari e prescrizioni, a continuare a fare quel che vogliono sono in larga parte le grandi strutture, ovvero uffici pubblici, grandi spazi di vendita eccetera che, tra l'altro, incidono in modo estremamente significativo in termini di produzione di rifiuti, date le dimensioni ragguardevoli.

Mercato del venerdì, sospensione dell'autorizzazione a chi non ricicla

“Il nuovo anno – ha annunciato l'assessore all'Ecologia Nello Hamel – dedicheremo la massima attenzione ai grandi produttori, a partire dal mercato ortofrutticolo del Villaggio Mosè, dove esiste una situazione di anarchia totale e dove sono andati totalmente a vuoto tutti i tentativi di mettere a regime il sistema. Per questo crediamo che l’unico modo sia quello di applicare dure sanzioni. Anche per quanto riguarda l'ospedale - continua Hamel - la situazione non è buona – continua Hamel –. Il ‘San Giovanni di Dio’ aveva iniziato a differenziare dopo un lungo periodo di interlocuzioni a vuoto. Oggi ha nuovamente ridotto le percentuali fornendo praticamente solo indifferenziato, tanto che il giovedì si riempiono anche uno o due compattatori. Nei prossimi giorni conto di confrontarmi con il nuovo manager, Santonocito, e successivamente avvieremo i controlli e il pugno duro”.

L'Ospedale non fa bene la differenziata, arriva la multa della Polizia municipale

Questo nonostante il 2018 sia stato, per grandi linee, un anno fortunato per la differenziata, dato che a partire da maggio la percentuale di riciclo si è praticamente raddoppiata (fino a quel punto era rimasta sotto il 20%) con un risultato finale che, su 12 mesi, si attesta intorno al 60%.

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Calorie, proprietà e utilizzi delle ciliegie

  • Tipe da spiaggia: cosa mi metto?

I più letti della settimana

  • L'incidente di Caltabellotta si trasforma in tragedia: è morto il 22enne di Lucca Sicula

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Si ribalta il trattore e un uomo resta incastrato: il 60enne non è in pericolo di vita

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • "Vieni a fare le pulizie a casa mia": 29enne minacciata di morte e stuprata, arrestato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento