Scarpe sequestrate dai vigili: 61 paia quelle donate alla Caritas

Don Gioacchino Scimè: "A tanti mancano beni di prima necessità e l'abbigliamento è tra le principali richieste che pervengono, oltre ai generi alimentari"

(foto ARCHIVIO)

Sessantuno paia di scarpe, dal marchio contraffatto, sequestrate durante uno dei tanti blitz della polizia municipale, sono state consegnate a don Gioacchino Scimè, parroco dell'unità pastorale Maria Santissima della Catena in Santa Croce di Villaseta.

Don Gioacchino Scimé, che si occupa della Caritas interparrocchiale di Santa Croce, ha ringraziato il comandante della polizia municipale, Gaetano Di Giovanni: "La nostra struttura, gestisce le esigenze di oltre cento famiglie del territorio - ha spiegato, al Giornale di Sicilia, il parroco - . A tanti mancano beni di prima necessità e l'abbigliamento è tra le principali richieste che pervengono, oltre ai generi alimentari. Grazie ai nostri canali di approvvigionamento, riusciamo a far fronte alle difficoltà quotidiane di molti indigenti".

"La consuetudine e la sensibilità manifestata dalla magistratura e dagli organi di polizia - ha dichiarato, sempre al Giornale di Sicilia, il direttore della Caritas Diocesana, Valerio Landri - è un segno di vicinanza nei confronti di chi vive nella più totale indigenza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento