Sold out per le attività didattiche alla Valle dei Templi, prorogato il programma

Il direttore del Parco archeologico Giuseppe Parello: "Si è registrato un successo che va al di là di qualsiasi rosea aspettativa, che ci sollecita ad accogliere un maggiore numero di istanze"

Il calendario dei progetti di didattica “Ars e techne” e “Dallo scavo al museo “ già sold out  verrà esteso.

“Quest’anno – afferma il direttore del Parco archeologico Giuseppe Parello – si è registrato un successo che va al di là di qualsiasi rosea aspettativa, che ci sollecita ad accogliere un maggiore numero di istanze. Le attività formazione studentesca e promozione culturale, condotte già dal 2012 dal Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi di Agrigento, destinate alle classi IV e V delle scuole primarie, e le scuole secondarie di primo grado dell’Agrigentino, hanno riscontrato anche l’interesse di istituti di istruzione dell’intera Sicilia. Una richiesta che ha fatto moltiplicare i numeri e per la quale stiamo predisponendo una estensione della programmazione, anche alle giornate di sabato e al mese di febbraio.”

Le attività didattiche ,che erano state pianificate per un arco di 60 giorni ed un totale di 150 classi saranno dunque incrementate. Si svolgeranno da febbraio a maggio e includeranno oltre che il venerdì, anche il sabato. Le tematiche verso le quali il gruppo di lavoro, composto dalle archeologhe del Parco, Parello, Caminneci e Rizzo, ha  indirizzato la ricerca da mettere a disposizione degli studenti, spaziano seguendo argomenti  che cono concentrati  in 3 progetti :

- “Tra architetti e pittori”, l’ingegno nella costruzione del tempio e le sue opere decorative.

-“Offerte agli dei” , le celebrazioni e offerte agli dei tramite la costruzione delle statuette votive.

- “Ad ogni colonia una moneta”, sulle rotte degli antichi coloni alla ricerca dei simboli riprodotti dalle antiche monete.

- “L’archeologo in classe” il racconto degli archeologi che illustrano il proprio lavoro alla scoperta del passato.

"Le attività sono gratuite, questa iniziativa diventa strategica per coinvolgere e interessare i giovani rendendoli  attori e elementi che calandosi nella storia della Valle dei Templi e negli usi e costumi delle popolazione dell’epoca, possano crescere sentendo l’esigenza  di  integrarsi con il territorio, avendone profondo  rispetto e comprendendo  la reale rilevanza dei beni culturali" - ha concluso Giuseppe Parello - .

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Come organizzare le pulizie al rientro dalle ferie estive

  • Il caffè è buono e fa bene

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Due colpi di pistola contro il balcone di casa di un disoccupato, aperta inchiesta

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Incidente: auto si ribalta lungo la strada per Joppolo, 13enne in gravi condizioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento