"Sviluppo sostenibile", sottoscritta convenzione: investimenti per 17 milioni

Gli interventi toccheranno sicurezza, turismo e cultura, risparmio energetico, mobilità sostenibile, inclusione sociale

Una veduta di Agrigento

Interventi mirati per uno sviluppo sostenibile della città. E' stata sottoscritta tra il Comune di Agrigento e la Regione Siciliana la convenzione per Agenda urbana. Il piano d'azione prevede investimenti pari a circa 17 milioni di euro per lo sviluppo sostenibile.

Agenda Urbana è inserita nel quadro della programmazione dei fondi europei 2014-2020 e dalla sua attivazione è stato necessario un lavoro lungo tre anni da cui è scaturita la Sus, la strategia urbana sostenibile. Il documento è anche frutto di concertazione con le parti sociali nei suoi aspetti fondamentali, poiché richiede una condivisione complessiva d'intenti sul come vivere Agrigento nel futuro. Le azioni di intervento toccano diversi ambiti: sicurezza, turismo e cultura, risparmio energetico, mobilità sostenibile, inclusione sociale. Agenda urbana risponde alla strategia di sviluppo urbano sostenibile approvata dalla Regione Siciliana.

La convenzione che ne è scaturita è stata sottoscritta dal sindaco Lillo Firetto e l'Autorità di gestione del Po-Fesr 2014-20 e i dirigenti dei vari dipartimenti regionali.

Il programma di Agenda urbana investirà in alcuni settori importanti per lo sviluppo della città: energia sostenibile; interventi nelle scuole: efficientamento energetico in particolare; mobilità sostenibile; trasporto pubblico con l'acquisto due minibus ecologici, l'acquisto di 40 paline intelligenti, la sperimentazione di una circolare frequente in centro storico. Investimenti anche sulle piste ciclopedonali con la realizzazione della rete strategica ciclopedonale e il potenziamento del bike sharing. E poi sulla sicurezza, sul completamento del Coq, sulla messa in sicurezza del costone Nord del viale Della Vittoria, su turismo e cultura. Ma anche su infrastrutture culturali: il completamento del museo civico, la riqualificazione dei locali comunali per la fruizione turistica. Con questi fondi verrà migliorata l’offerta al turista, realizzando l’Eco-museo e il museo storico del folklore e delle tradizioni popolari; una sala immersiva sul colle di Girgenti; l’infopoint/Accoglienza in piazza Gallo e con la promozione du prodotti turistici specifici: Agrigento 2020, Pirandello, Camilleri.

Previsto anche il recupero di immobili sottratti alla mafia facendone un centro polifunzionale al Villaggio Mosè e creando alloggi per persone in difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento