Un’agrigentina alla "Notte europea dei ricercatori": è Elisa Arrigo

Si tratta di Elisa Arrigo, studia all'Università di Torino: sta svolgendo una ricerca sugli effetti del diserbante glifosato sul sistema cardiovascolare e nervoso

Elisa Arrigo

La "Notte Europea dei Ricercatori" di Torino ospiterà quest'anno un'agrigentina. Si tratta di Elisa Arrigo, ricercatrice di fisiologia cardiovascolare presso l’Università di Torino.

Arrigo, illustrerà ai bambini come funziona il sistema cardiovascolare insieme al team di biologi con cui collabora nella città piemontese. "Da sempre appassionata del corpo umano - spiega una nota -, appena diciottenne Elisa Arrigo decide di trasferirsi da Agrigento a Torino per studiare fisiologia. Iscritta all'Università di Torino, prende parte al corso di Scienze Biologiche per poi specializzarsi in Biologia Molecolare. L'assegnazione di una borsa di studio porta Elisa Arrigo ad avvicinarsi alla sua anima ecologica, infatti attualmente la sua ricerca si focalizza sugli effetti del glifosato sul sistema cardiovascolare e nervoso".

La "Notte europea dei ricercatori" di Torino è un evento che richiama ogni anno migliaia di appassionati di cultura scientifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento